MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Una recente revisione della letteratura ha fatto il punto sui meccanismi di sviluppo delle tiroiditi autoimmuni

Notizia

PUBBLICATO

Una recente revisione della letteratura ha fatto il punto sui meccanismi di sviluppo delle tiroiditi autoimmuni

Due esperti statunitensi hanno passato in rivista le attuali conoscenze sui meccanismi alla base delle tiroiditi autoimmuni e sui fattori che predispongono alla comparsa di queste infiammazioni.

COMPILA IL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE!
Vuoi sapere se sei soggetto a fattori di rischio o hai sintomi di disfunzioni tiroidee? Scoprilo qui!

fondazioneserono.org/questionari/

Il principale meccanismo che determina lo sviluppo delle tiroiditi autoimmuni è la perdita della tolleranza immunitaria nei confronti di proteine che hanno a che fare con le strutture o la funzione di questa ghiandola. Le malattie auto-immunitarie o autoimmuni sono quelle determinate da errori di funzionamento del sistema immunitario, che attacca molecole e strutture dell’organismo, come se fossero estranee e dannose. La tolleranza è un meccanismo grazie al quale il sistema immunitario non reagisce verso molecole, materiali e composti prodotti dall’organismo stesso o anche provenienti dall’ambiente, ma che non rappresentano un pericolo per l’organismo. L’alterazione di tale meccanismo contribuisce allo sviluppo delle malattie autoimmuni. Nel caso delle tiroiditi autoimmuni, può venire meno la tolleranza dei confronti di:

Mancando la tolleranza, il sistema immunitario produce anticorpi diretti contro Tg, TPO e TSHR  e ciò provoca alterazioni di struttura e funzione della tiroide. In base alle evidenze disponibili, gli autori concludono che queste tre molecole eludono i normali meccanismi di tolleranza immunitaria anche per loro particolari caratteristiche: dalla concentrazione alla dimensione, dalla localizzazione sulla membrana delle cellule alla variabilità della loro struttura.

Ulteriori informazioni sui meccanismi di sviluppo delle tiroiditi autoimmuni derivano da evidenze raccolte, sia con studi su modelli animali, che con ricerche cliniche. Ad esempio, si è rilevato che: i meccanismi di tolleranza immunitaria nei confronti del TSHR non sono gli stessi rispetto a Tg e TPO, che la somministrazione di interferone alfa per curare l’epatite C potenzia i fenomeni di auto-immunità a carico della tiroide e molti fattori relativi all’ambiente rendono evidenti i fenomeni di autoimmunità a carico della tiroide, ma non ne sono la causa. Ma soprattutto, affermano gli autori, nessun meccanismo da solo è in grado di spiegare la perdita della tolleranza del sistema immunitario nei confronti delle componenti della tiroide, ma sono diversi fattori a contribuire.

L’obiettivo futuro è quello di disporre di approcci che permettano di indurre tolleranza per prevenire le malattie tiroidee su base autoimmunitaria, ma questo richiederà anche la capacità di individuare con certezza gli individui a rischio, ai quali applicare tali approcci, quando saranno disponibili.

Tommaso Sacco

Fonte: Breaking tolerance to thyroid antigens: Changing concepts in thyroid autoimmunity; Endocrine Review, 2013 Oct 3.

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI