MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Tiroide: nei bambini obesi possono osservare alterazioni del funzionamento e dell'aspetto?

Notizia

PUBBLICATO

Tiroide: nei bambini obesi possono osservare alterazioni del funzionamento e dell'aspetto?

In uno studio condotto da un gruppo di ricercatori italiani, pubblicato sulla rivista Hormone Research in Pediatric (Ricerca Ormonale in Pediatria) i bambini obesi, rispetto ai loro coetanei normopeso, presentavano con maggiore frequenza alterazioni nella funzionalità  e nella morfologia (aspetto) della tiroide.

COMPILA IL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE!
Vuoi sapere se sei soggetto a fattori di rischio o hai sintomi di disfunzioni tiroidee? Scoprilo qui!

fondazioneserono.org/questionari/

La tiroide è una ghiandola situata alla base del collo, che ha il compito di produrre due ormoni specifici, la tiroxina libera o fT4 (Free Thyroxine- tiroxina libera ) e la triodotironina libera o fT3 (Free Triiodothyronine- triodotironina libera), che presiedono a molte funzioni, come la regolazione del metabolismo (l'insieme delle reazioni che, fra le altre cose, trasformano il cibo in energia), produzione di calore, controllo di vari parametri (battito cardiaco, muscolare evacuazioni intestinali). L'attività  della tiroide è governata dall'ormone tireotropo o TSH (Thyroid-Stimulating Hormone- ormone stimolante la tiroide), un ormone prodotto dall'ipofisi, una ghiandola posta alla base del cervello.

La ricerca ha riguardato 468 bambini obesi (255 femmine e 213 maschi) e 52 bambini normopeso, di età  compresa fra i 4 e i 18 anni. Tutti sono stati sottoposti a un'ecografia della tiroide e a un prelievo del sangue, per valutare i valori di TSH, fT3 e fT4.

Dall'analisi dei dati è emerso che solo fra i bambini obesi, alcuni presentavano concentrazioni anormali degli ormoni tiroidei circolanti: 84 avevano livelli elevati di fT3, 15 avevano valori elevati di TSH, 6 avevano valori elevati di TSH e fT4, 3 avevano livelli elevati di TSH e fT3 e 1 aveva livelli elevati di fT3, fT4 e TSH. Inoltre, valutando i risultati delle ecografie, si è visto che nei bambini obesi, rispetto agli altri, la tiroide era soggetta più frequentemente ad alterazioni di aspetto e struttura, simili a quelle che si osservano nei pazienti con tiroidite autoimmune, ossia con un'infiammazione della tiroide dovuta a una reazione anomala degli anticorpi, che la aggrediscono. Tuttavia, a differenza dei pazienti con tiroidite autoimmune, i bambini obesi con alterazioni morfologiche della tiroide, non erano positivi alla ricerca di anticorpi specifici nel sangue.

In un secondo momento, 43 bambini obesi sono stati invitati a cambiare stile di vita, in particolare a praticare attività  fisica e a seguire una dieta più sana. Dopo sei mesi, sono stati sottoposti a nuove analisi del sangue e a una nuova valutazione medica. In 29 bambini, il peso corporeo è diminuito e le concentrazioni degli ormoni tiroidei si sono normalizzate.

Secondo gli autori dello studio, le anomalie nella funzionalità  e nell'aspetto della tiroide emerse nei bambini obesi non sono indice di malattie della ghiandola, ma potrebbero essere fenomeni di adattamento che l'organismo mette in atto come risposta all'accumulo di grasso (e di cui non conoscono ancora le dinamiche). Questo spiegherebbe l'associazione fra aumento degli ormoni tiroidei e obesità , visto che normalmente essi determinano una riduzione e non un aumento del peso. tiroide Ulteriori studi su ampie casistiche dovranno confermare questa osservazione.

Redazione Fondazione Cesare Serono

Fonte: Thyroid Function in Obese Children and Adolescents; Hormone Research Paediatrics 2010;73:193-197