Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Terapia dell’ipotiroidismo

Parere degli esperti |time pubblicato il
Terapia dell’ipotiroidismo

Gli articoli della sezione "Il parere degli esperti" riguardano alcuni fra gli argomenti più importanti e dibattuti delle rispettive aree cliniche. Dato il livello di approfondimento raggiunto, i testi possono contenere termini e concetti molto complessi. L’utilizzo del glossario potrà essere di aiuto nella comprensione di questi articoli e altri contenuti del sito, più divulgativi, contribuiranno a chiarire gli argomenti trattati.


La insufficiente funzionalità della ghiandola tiroidea, definita con il termine “ipotiroidismo”, trova come gold standard terapeutico la levotiroxina (LT4). Lo scopo della terapia è quello stabilire un eutiroidismo clinico e ormonale ovvero ottenere una buona condizione clinica con la remissione di tutti i sintomi correlati all’ipotiroidismo e riportare nella normalità i valori di TSH e FT4, FT3.

Potrebbe interessarti anche…

Il dosaggio di levotiroxina esageratamente elevato/basso può determinare effetti dannosi. Infatti, di fronte a un cattivo controllo terapeutico con valore di TSH persistentemente elevato, come nel caso di situazioni di ipotiroidismo grave, gravidanza, adolescenza, scarsa aderenza terapeutica, bisogna prestare attenzione prima di modificare la terapia. È necessario infatti verificare il dosaggio inadeguato o non corretto, la modalità di assunzione e/o l’interferenza con altri farmaci. L’utilizzo di estratti tiroidei, LT3 in monoterapia, preparazioni contenenti iodio, oppure integratori alimentari non sono raccomandati nella terapia dell’ipotiroidismo. La terapia combinata LT4+LT3 non è raccomandata nei pazienti ipotiroidei, nell’ipotiroidismo subclinico, in gravidanza e in età pediatrica, nei soggetti tiroidectomizzati per pregresso carcinoma della tiroide. Per i potenziali fenomeni avversi, la terapia combinata è inoltre controindicata in soggetti cardiopatici con storia di ischemia e aritmia cardiaca. La terapia combinata è invece indicata nei soggetti tiroidectomizzati con ipotiroidismo.

La somministrazione della terapia è consigliabile al mattino a digiuno. La levotiroxina è disponibile sotto forma di compresse, di gocce orali e soluzione liquida orale, ovviamente con una notevole varietà di dosaggio. La somministrazione della levotiroxina in forma liquida (gocce o soluzione orale) può avvenire anche contestualmente alla colazione, mentre la compressa va assunta mezz’ora prima della colazione al fine di ottenere il miglior assorbimento. Nei neonati e nei bambini piccoli è da preferire la formulazione in gocce che consente di personalizzare al massimo la terapia; così come nei bambini più grandi si preferisce la formula liquida per evitare l'assunzione contestualmente alla colazione.

Dott. Sabino Pesce - Unita Operativa Complessa di Malattie Metaboliche ed Endocrinologia Pediatrica, Ospedale Pediatrico Giovanni XXIII, AOU Consorziale Policlinico Bari

Bibliografia di riferimento

  • Biondi B, Bartalena L, Chiovato L, et al. Recommendations for treatment of hypothyroidism with levothyroxine and levotriiodothyronine: a 2016 position statement of the italian Society of Endocrinology and the Italian Thyroid Association. J Endocrinol Invest 2016;39(12):1465-74.