Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Rischio di eccesso di peso in persone trattate per ipertiroidismo

Notizia |time pubblicato il
Rischio di eccesso di peso in persone trattate per ipertiroidismo

In Gran Bretagna uno studio ha valutato la probabilità di sviluppare obesità in una casistica di soggetti curati per ipertiroidismo. I risultati hanno evidenziato che l’assunzione di tale trattamento è associata a un rischio significativo di eccesso di peso.

Potrebbe interessarti anche…

Il calo di peso è uno dei sintomi più frequenti dell’ipertiroidismo e il trattamento di questa condizione determina un aumento del peso corporeo. Molti ritengono che tale incremento sia semplicemente un recupero del peso presente prima della cura ma una percezione diffusa fra i malati è che esso dipenda, almeno in parte, da un effetto di rinforzo provocato dalla terapia. Torlinska e colleghi si sono proposti di verificare se l’aumento di peso osservato nel corso del trattamento consista effettivamente in un recupero dei livelli precedenti alla comparsa dell’ipertiroidismo o se giochi un ruolo la cura. È stato calcolato il rischio di raggiungere un Indice di Massa Corporea superiore a 30 kg/m2, dopo trattamento dell’ipertiroidismo in 1373 soggetti con una forma clinicamente manifesta di questa malattia. Tutti i casi sono stati studiati in un Centro di assistenza secondaria e tale gruppo è stato confrontato con un altro comparabile per età e sesso. Si è anche verificato l’effetto della somministrazione dei soli farmaci per la cura dell’ipertiroidismo con quello dell’associazione fra tali prodotti e lo iodio radioattivo. È stato seguito nel tempo l’andamento del peso in relazione alla funzione della tiroide e all’eventuale assunzione di levotiroxina. Durante la terapia dell’ipertiroidismo, i maschi hanno avuto un aumento di peso di 8.0 ± 7.5 kg e le femmine di 5.5 ± 6.8 kg. Al termine del percorso di cura, rispetto alla casistica di controllo, si è rilevato un aumento significativo del rischio di obesità, sia nei maschi (rapporto di probabilità 1.7 intervallo di confidenza al 95% 1.3-2.2; p<0.001), sia nelle femmine (rapporto di probabilità 1.3 intervallo di confidenza al 95% 1.2-1.5; p<0.001). La cura con iodio radioattivo ha determinato un ulteriore aumento di peso (rapporto di probabilità 0.6 kg 0.4-0.8; p<0.001), rispetto all’assunzione dei soli farmaci anti-tiroidei. Altri fattori che hanno favorito l’aumento di peso sono stati un marcato aumento del TSH (+0.5 kg, intervallo 0.3-0.7 per valori di TSH > 10mIU/L; p<0.001) o una riduzione della tiroxina libera (+0.3 kg, 0.1-0.4 per valori di FT4 ≤ 10pmol/L o ≤0.8 ng/dl; p<0.001), rilevati durante i controlli in corso di trattamento dell’ipertiroidismo. L’inizio della somministrazione di levotiroxina è risultato associato ad un aumento di peso (+0.4 kg, intervallo 0.2-0.6; p<0.001), verosimilmente perché la somministrazione di questa cura era richiesta per compensare un ipotiroidismo determinato dalla terapia per l’ipertiroidismo. Infine l’incremento di peso, nei casi di ipotiroidismo provocati dalla cura con iodio radioattivo, è stato di +1.8 kg.

Nelle conclusioni, gli autori hanno sottolineato che i loro dati indicano un rischio significativo di diventare obesi per i soggetti trattati per ipertiroidismo. In particolare la somministrazione di iodio radioattivo, con il conseguente sviluppo di un ipotiroidismo, si è associato a piccoli, ma significativi, ulteriori incrementi di peso, rispetto a quello conseguente all’assunzione di farmaci anti-tiroidei. L’indicazione che se ne può trarre per la pratica clinica è che, dato per scontato che un ipertiroidismo va curato con i trattamenti più efficaci, nel pianificare le cure è importante tenere conto dei rischi relativi all’aumento del peso.          

Tommaso Sacco

Fonte: Patients Treated for Hyperthyroidism Are at Increased Risk of Becoming Obese: Findings from a Large Prospective Secondary Care Cohort; Thyroid, 2019 Sep 6.