MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Poco sale ma iodato

PUBBLICATO

Poco sale ma iodato

La grande prevenzione delle malattie tiroidee, nel bambino, nell’adolescente, nell’adulto, nelle donne in gravidanza, si giova dell’uso dello iodio, sotto forma di sale iodato, un nutriente che tutti dovremmo consumare facendo però attenzione alla quantità: 5-6 grammi al giorno al massimo perché troppo sale fa male.

COMPILA IL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE!
Vuoi sapere se sei soggetto a fattori di rischio o hai sintomi di disfunzioni tiroidee? Scoprilo qui!

fondazioneserono.org/questionari/

Questo è quanto ha detto il Prof. Francesco Trimarchi, Presidente Società Italiana Endocrinologia, in un’intervista concessa alla Fondazione Cesare Serono ai margini del 5° Forum sul Cancro della Tiroide intitolato Carcinoma della Tiroide – Nuove Frontiere nella Diagnosi.

 

Redazione Fondazione Cesare Serono

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI