Il magnesio non previene l’ipocalcemia successiva alla tiroidectomia

Notizia |
Fact checked
Il magnesio non previene l’ipocalcemia successiva alla tiroidectomia

Un gruppo di specialisti italiani ha valutato l’efficacia della somministrazione del magnesio nella prevenzione e nel trattamento dell’ipocalcemia che può conseguire alla rimozione della tiroide. I risultati hanno dimostrato che l’assunzione di magnesio non ha avuto effetti positivi per contrastare l’ipocalcemia.   

Potrebbe interessarti anche…

Un’ipocalcemia grave o sintomatica, cioè la riduzione marcata e clinicamente manifesta delle concentrazioni di calcio nel sangue, si può verificare per l’ipoparatiroidismo che, a volte, consegue alla rimozione della tiroide. Tale quadro è il motivo principale del ritardo delle dimissioni delle persone sottoposte a questo intervento. L’ipomagnesemia, cioè il rilievo di livelli ridotti di magnesio nel sangue, può contribuire allo sviluppo dell’ipoparatiroidismo ed è di riscontro frequente, dopo l’asportazione della tiroide, in chi ha una ipocalcemia. Sulla base di queste premesse, Minuto e colleghi hanno valutato l’effetto della somministrazione di magnesio nel prevenire l’ipomagnesemia post operatoria o nel trattarla una volta che si è presentata. Di 120 soggetti che sono stati sottoposti a una tiroidectomia totale, 73 sono stati arruolati nel gruppo che ha ricevuto il magnesio a scopo preventivo, nei cinque giorni precedenti all’asportazione della tiroide, e 47 sono stati inclusi nel gruppo di confronto, che è stato trattato con magnesio e calcio dopo l’intervento, se venivano rilevate ipomagnesemia e ipocalcemia. Una riduzione della concentrazione di calcio nel sangue inferiore a 8.5 mg/dl è stata rilevata in 60 malati (50%) del gruppo che ha assunto magnesio prima della tiroidectomia e in 58 (48.4%) del gruppo di confronto. Dei soggetti con ipocalcemia, hanno presentato ipomagnesemia 29 (48%) del primo gruppo e 46 (79%) del secondo. Si è osservata una relazione positiva significativa tra le concentrazioni nel sangue di magnesio, di calcio e di paratormone nei primi due giorni dopo la tiroidectomia. Una correlazione significativa (p<0.001), ma inversa, è stata rilevata, invece, tra il riscontro delle alterazioni delle stesse variabili di laboratorio e la durata del ricovero: vale a dire che più bassi erano i livelli di magnesio e calcio, più si è prolungata la degenza in ospedale. Centocinque (87.5%) delle persone sottoposte a tiroidectomia (65 del gruppo che ha ricevuto il magnesio prima della tiroidectomia e 40 del gruppo di controllo; p=0.724) sono state dimesse in seconda giornata dopo l’intervento come previsto, mentre 15 (12.5%) hanno richiesto un ricovero più prolungato (8 del gruppo sottoposto a prevenzione, 7 del gruppo di controllo; p=0.721). Solo nel gruppo sottoposto a prevenzione si sono osservati, come prevedibile, livelli più elevati di magnesio nel primo giorno dopo l’intervento (p=0.03).

Nelle conclusioni gli autori hanno evidenziato che anche se le concentrazioni di magnesio e di calcio nel sangue hanno mostrato lo stesso andamento dopo la tiroidectomia, né la somministrazione preventiva di magnesio né il trattamento con tale elemento dopo l’intervento hanno influenzato l’andamento dell’ipocalcemia successivo all’asportazione della ghiandola.        

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.