L’uso prolungato di farmaci per l’epilessia aumenta la frequenza di ipotiroidismo centrale

Notizia |
Fact checked
L’uso prolungato di farmaci per l’epilessia aumenta la frequenza di ipotiroidismo centrale

Uno studio ha valutato la frequenza dell’ipotiroidismo centrale, cioè dell’ipotiroidismo dovuto a una ridotta produzione di TSH, nelle persone in cura per epilessia. I risultati hanno confermato un aumentato rischio di sviluppo dell’ipotiroidismo centrale in adulti che assumevano terapie per l’epilessia.

Potrebbe interessarti anche…

Studi eseguiti in pediatria hanno rilevato che soggetti che avevano assunto a lungo termine farmaci per l’epilessia presentavano spesso un ipotiroidismo centrale. Per questo tre ricercatori islandesi hanno analizzato lo stesso aspetto in una casistica di adulti epilettici afferiti a un Centro di riferimento fra il 1998 e il 2011. Tutti sono stati invitati a eseguire esami del sangue per la misurazione delle concentrazioni di TSH e FT4, se non li avevano fatti di recente. Si sono ricercate relazioni anche fra sviluppo di ipotiroidismo centrale e assunzione di alcuni specifici farmaci antiepilettici. La diagnosi di ipotiroidismo centrale è stata formulata in presenza di concentrazioni di FT4 nel sangue inferiori all’intervallo di normalità compreso fra 12 e 22 pmol/litro e livelli normali di TSH, compresi fra 0.30 e 4.20. Sono state individuate 165 persone, delle quali 92 donne, di età media 45.6 anni (±15.5, intervallo 20-92) trattate con antiepilettici. In questo gruppo, la concentrazione media nel sangue di FT4 è stata di 14.2 (±2.9, intervallo 8.1-24.4) pmol/litro, rispetto a quella media di 16.9 (±6.1) pmol/litro, rilevata in un campione di 13.248 controlli eseguiti in un anno presso il Centro. La differenza fra i due valori è stata statisticamente significativa per p<0.001. inoltre, la differenza delle concentrazioni di FT4 è stata significativa, sia negli uomini che nelle donne, con un p<0.001. Trentacinque persone in cura con antiepilettici, il 21% del totale, hanno presentato un ipotiroidismo centrale e si è riscontrata una relazione significativa fra la presenza di tale condizione e l’assunzione di farmaci denominati carbamazepina e oxacarbazepina. Il rapporto di rischio per le donne è stato di 15.0 (intervallo di confidenza 95%; 4.6-49.5) e per gli uomini di 1.8 (intervallo di confidenza 95%; 0.4-8.3).

Gli autori hanno concluso che, nella loro casistica, il 21% di adulti in cura per l’epilessia ha presentato ipotiroidismo centrale e si è trattato soprattutto di chi era in cura con carbamazepina e oxacarbazepina e di soggetti di sesso femminile. Inoltre, le concentrazioni nel sangue di FT4 sono risultate ridotte in chi riceveva farmaci antiepilettici.

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.