Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

L’età della menopausa, un buon momento per verificare la salute della tiroide

Intervista|timepubblicato il
L’età della menopausa, un buon momento per verificare la salute della tiroide

Aumento del peso, variazioni del ritmo del cuore e stipsi, astenia, irritabilità e sbalzi di umore li può provocare la menopausa, ma possono essere dovuti anche a ipo- o ipertiroidismo, per questo Paolo Vitti, Professore di Endocrinologia e Direttore della Unità Operativa di Endocrinologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana, raccomanda di non ignorarli o sottovalutarli e di eseguire, se frequenza e gravità dei sintomi lo consigliano, pochi esami di laboratorio che possano chiarirne la causa.

Potrebbe interessarti anche…

Le evidenze scientifiche oggi disponibili indicherebbero che funzione e disfunzioni della tiroide non influenzino direttamente la menopausa e che la menopausa non abbia effetti specifici sulla tiroide, fatte salve le modificazioni alle quali vanno incontro organi o tessuti con l’avanzare dell’età. D’altra parte, ipotiroidismo e ipertiroidismo non curati adeguatamente possono penalizzare sia il benessere fisico, sia la qualità di vita di chi ne è affetto. Paolo Vitti, nell’intervista, chiarisce che queste disfunzioni e i noduli della tiroide, anch’essi frequenti nelle donne in menopausa, sono facili da definire, da controllare nel tempo e, se necessario, da trattare.

Clicca per saperne di più su menopausa e tiroide

Redazione Fondazione Cesare Serono