Ipotiroidismo subclinico e sintomi di depressione

Notizia |
Fact checked
Ipotiroidismo subclinico e sintomi di depressione

Uno studio su un’ampia casistica ha valutato la frequenza dei sintomi di depressione nelle persone con ipotiroidismo subclinico. I risultati hanno indicato che all’ipotiroidismo subclinico non si è associato un aumentato rischio di depressione o di sintomi riferibili a questa malattia.

Potrebbe interessarti anche…

L’ipotiroidismo subclinico è una disfunzione relativamente frequente della tiroide, che ha una prevalenza compresa fra il 3 e il 10% ed è spesso provocata da malattie autoimmuni della ghiandola. La diagnosi viene formulata sulla base degli esami di laboratorio, che rilevano aumentate concentrazioni nel sangue di TSH, alle quali corrispondono livelli normali di FT3 e FT4. Alle malattie autoimmuni è stato spesso associato un aumentato rischio di ansia e di depressione, anche se le evidenze disponibili in merito sono discordanti. Due metanalisi eseguite nel 2018 e nel 2019 hanno riportato una maggiore probabilità di sviluppare depressione nelle persone affette da ipotiroidismo subclinico, con rapporti di probabilità, rispettivamente, di 2.35 (intervallo di confidenza al 95% 1.84-3.02) e di 3.56 (intervallo di confidenza al 95% 2.14-5.94). Al contrario, un’altra metanalisi del 2018, con un rapporto di probabilità di 1.52 (intervallo di confidenza al 95% 0.95-2.30), non aveva confermato tale relazione. Per contribuire a fare chiarezza su questa possibile relazione, Airaksinen e colleghi hanno eseguito un’analisi dell’archivio di dati delle National Health and Nutrition Examination Surveys (NHANES) degli anni 2007-2008, 2009-2010 e 2011-2012. Sono stati inclusi casi per i quali erano disponibili gli esami di laboratorio della tiroide e le informazioni sui sintomi della depressione, misurati con il Questionario sulla Salute del Paziente (Patient Health Questionnaire). Sono stati esclusi quelli con ipotiroidismo clinicamente evidente e con ipertiroidismo e quelli in cura con levotiroxina. È stato applicato un metodo statistico specifico per individuare l’eventuale associazione tra ipotiroidismo subclinico e sintomi di depressione. Sul totale della casistica di 7683 soggetti, quelli con ipotiroidismo subclinico sono stati 208, vale a dire il 2.7%. Di questi, solo 6 avevano depressione, quindi il rapporto di probabilità è stato di 0.61 (intervallo di confidenza al 95% 0.20-1.87).

Sulla base dell’analisi eseguita sull’archivio di dati di un’ampia casistica, rappresentativa della popolazione adulta degli Stati Uniti, gli autori hanno concluso di non aver rilevato alcuna relazione fra la presenza di ipotiroidismo subclinico e un’aumentata frequenza di depressione o dei suoi sintomi.    

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.