Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Ipotiroidismo e menopausa

Parere degli esperti |time pubblicato il
Ipotiroidismo e menopausa

Gli articoli della sezione "Il parere degli esperti" riguardano alcuni fra gli argomenti più importanti e dibattuti delle rispettive aree cliniche. Dato il livello di approfondimento raggiunto, i testi possono contenere termini e concetti molto complessi. L’utilizzo del glossario potrà essere di aiuto nella comprensione di questi articoli e altri contenuti del sito, più divulgativi, contribuiranno a chiarire gli argomenti trattati.


La tiroide è una piccola ghiandola endocrina situata nella regione anteriore del collo che produce due ormoni detti T3 (triiodotironina) e T4 (tiroxina).

Potrebbe interessarti anche…

La ghiandola tiroidea ha molteplici funzioni che influenzano la qualità della vita dalla nascita fino alla morte; infatti regola il metabolismo, l’attività cardiaca, la temperatura corporea, l’accrescimento corporeo, lo sviluppo del sistema nervoso centrale e la fertilità maschile e femminile. Talvolta l’attività della tiroide può alterarsi determinando un’eccessiva produzione di ormoni tiroidei (ipertiroidismo) o una loro riduzione (ipotiroidismo).

L’ipotiroidismo è una malattia della tiroide che determina una ridotta o assoluta incapacità di produrre gli ormoni tiroidei, essenziali per una buona qualità della vita. L’ipotiroidismo interessa lo 0,5-1% della popolazione generale, con una chiara prevalenza nel sesso femminile e nei soggetti di età avanzata. I sintomi che caratterizzano l’ipotiroidismo sono numerosi, e possono essere più o meno sfumati (disturbi della memoria, depressione, astenia, facile stancabilità, deficit cognitivo). Tali sintomi vengono spesso e facilmente scambiati per sintomi di altre condizioni o anche come segni d’invecchiamento. Se l’ipotiroidismo non viene opportunamente diagnosticato e quindi trattato favorisce l’insorgenza di diverse complicanze a carico di numerosi organi e tessuti (cuore, sistema nervoso, tessuto sottocutaneo, apparato riproduttivo).

Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, è utile ricordare che l’attività tiroidea e la funzione ovarica sono intimamente connesse durante il periodo fertile della donna. Vi è una reciprocità funzionale fra le due ghiandole (tiroide e ovaio). Gli ormoni tiroidei notoriamente influenzano la funzione riproduttiva femminile, sia direttamente sia indirettamente, ma anche durante il climaterio (perimenopausa, menopausa e post-menopausa) vi è una importante dipendenza fra le due ghiandole.

La menopausa è una condizione fisiologica della vita di ogni donna, che coincide con il termine della sua fertilità (solitamente 45-55 anni); è caratterizzata da una condizione di ipoestrogenismo (riduzione degli ormoni sessuali femminili) che determina la comparsa di una sintomatologia variegata: stanchezza, disturbi della memoria, difficoltà di attenzione e concentrazione, alterazioni dell’umore, depressione, disturbi cognitivi e neurovascolari. Da quanto detto in precedenza è facile comprendere come si tratti di sintomi che possono sovrapporsi e mimare la condizione clinica di ipotiroidismo.

Tali sintomi sono, come anzi detto, la diretta conseguenza della riduzione di estrogeni (ormoni femminili) che com’è noto stimolano anche la funzione tiroidea; infatti l’ipoestrogenismo si accompagna a una ridotta attività tiroidea; questo è il principale motivo per il quale molte donne in menopausa presentano un calo della loro funzione tiroidea. D’altra parte con l’avanzare dell’età si ha una fisiologica riduzione dell’attività tiroidea evidenziata in determinati casi da un aumento non patologico del TSH, ormone prodotto dall’ipofisi (una ghiandola endocrina grande quanto un pisello, posizionata nella sella turcica dell’osso sfenoide alla base del cervello) che aumenta quando la ghiandola tiroidea diviene pigra e poco attiva.

Per comprendere se il TSH superiore alla norma è un dato patologico, è necessario monitorarlo al fine di distinguere se esso sia dovuto all’età o al climaterio o se sia effettivamente espressione di ipotiroidismo cioè di alterata e ridotta funzione della ghiandola tiroidea.

Tuttora non esistono linee guida definite circa lo screening (l’indagine) della funzione tiroidea in menopausa; in ogni caso le principali società scientifiche del campo raccomandano la necessità di una valutazione dell’attività tiroidea.

L’ATA (American Thyroid Association) suggerisce lo screening in donne di età superiore ai 35 anni, l’AACE (American Association of Clinical Endocrinologists) raccomanda lo screening in donne anziane, l’American College of Pathologists raccomanda lo screening per donne di età superiore a 50 anni, l’American Accademy of Family Physicians suggerisce lo screening per donne di età superiore a 60 anni e infine l’American College of Obstetrics and Gynecology raccomanda lo screening per gruppi di donne ad alto rischio per malattie tiroidee e autoimmuni sin dall’età di 20 anni. Si comprende come la diagnosi di alterata funzione tiroidea sia necessaria perché sia possibile trattare la paziente con terapia tiroidea sostitutiva, cioè levotiroxina, evitando tutte le complicanze che un ipotiroidismo misconosciuto e non curato può causare.

È evidente da quanto detto che le donne, durante il delicato periodo del climaterio, dovranno prestare particolare attenzione alla sintomatologia psico-fisica che potrebbe manifestarsi e nel dubbio rivolgersi al medico di fiducia o a uno specialista endocrinologo i quali potranno, con dati anamnestici (storia della paziente, patologie del passato o altro) effettuare una giusta diagnosi e iniziare un’adeguata terapia.

Edoardo Guastamacchia - Libero Professionista, Presidente Nazionale AME (Associazione Medici Endocrinologi)

Bibliografia di riferimento

  • Del Ghianda S, Tonacchera M, Vitti P. Climateric thyroid and menopause. 2014;17(3):225-34.
  • Gietka-Czernel M. The thyroid gland in postmenopausal women: physiology and diseases. Prz Menopauzalny 2017;16(2):33-7.
  • Jones CM, Boelaert K. The endocrinology of ageing: a mini-review. Gerontology 2015;61(4):291-300.
  • Slopien R, Owecki M, Slopien A, et al. Climacteric symptoms are related to thyroid status in euthyroid menopausal women. J Endocrinol Invest 2020;43(1):75-80.
  • Subrat Panda and Ananya Das. Analyzing Thyroid Dysfunction in the Climacteric. J Midlife Health 2018;9(3):113-6.