MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Gestione dell’ipotiroidismo nelle persone sottoposte a chirurgia bariatrica

Notizia

PUBBLICATO

Gestione dell’ipotiroidismo nelle persone sottoposte a chirurgia bariatrica

Le cure chirurgiche dell’obesità si stanno diffondendo sempre di più e le persone che vi si sottopongono possono andare incontro a importanti cali di peso. Esperti israeliani hanno valutato l’impatto della riduzione del peso sulla gestione dell’ipotiroidismo.

COMPILA IL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE!
Vuoi sapere se sei soggetto a fattori di rischio o hai sintomi di disfunzioni tiroidee? Scoprilo qui!

fondazioneserono.org/questionari/

Zendel e colleghi sono partiti dalla considerazione che la terapia chirurgica dell’obesità sta mostrando una notevole efficacia nei casi più gravi di eccesso di peso e si sta diffondendo sempre di più, ma che sono stati poco studiati gli effetti di questo approccio nelle persone con disfunzioni della tiroide, e in particolare in quelle con ipotiroidismo, che ricevono un trattamento con levotiroxina. Per questo hanno eseguito un’analisi retrospettiva, raccogliendo informazioni su tutti i casi di ipotiroidismo sottoposti a interventi di chirurgia bariatrica fra il 2010 e il 2014 presso il loro Centro. Sono stati analizzati: caratteristiche generali dei malati, variabili come peso, altezza e Indice di Massa Corporea e modificazioni delle concentrazioni degli ormoni della tiroide e del TSH, registrati per un anno dopo l’esecuzione dell’intervento. Nel periodo di osservazione sono stati sottoposti a interventi chirurgici per la riduzione del peso 93 soggetti con ipotiroidismo, 85 dei quali erano di sesso femminile e 83 dei quali erano in cura per questa disfunzione. Gli interventi di riduzione del volume dello stomaco sono stati eseguiti in 77 malati e quelli di diversione dell’intestino, destinati a provocare malassorbimento dei grassi, sono stati eseguiti in 16 malati. L’età e l’Indice di Massa Corporea della casistica considerata erano, rispettivamente, 46.6 ± 11.2 anni e 43.7 ± 6.4 kg/m2. I valori medi dell’Indice di Massa Corporea e delle concentrazioni medie di TSH si sono ridotti significativamente dopo 6 e 12 mesi dall’intervento, mentre sono rimasti invariati i valori di concentrazione dell’FT4. In particolare, la riduzione del TSH ha mostrato una relazione con la concentrazione iniziale dello stesso ormone, ma non con la riduzione dell’Indice di Massa Corporea. Un anno dopo essere stati sottoposti all’intervento di chirurgia bariatrica, 11 soggetti (13.2%) non richiedevano più la terapia ormonale sostitutiva con levotiroxina che assumevano prima del calo di peso, mentre negli altri è stata ridotta significativamente la dose media: p<0.02.

Gli autori, sulla base dei risultati ottenuti, hanno concluso che gli interventi di chirurgia bariatrica eseguiti hanno avuto un effetto positivo nelle persone con ipotiroidismo perché, in alcuni casi, hanno permesso di sospendere le cure e in altri di ridurne le dosi. Ulteriori studi dovranno spiegare se tali effetti sono dovuti solo alla perdita di peso o se entrino in gioco fattori relativi all’assorbimento dei preparati impiegati per la cura dell’ipotiroidismo.

Tommaso Sacco

Fonte: The Impact of Bariatric Surgery on Thyroid Function and Medication Use in Patients with Hypothyroidism; Obesity Surgery, 2017 Aug;27(8):2000-2004.