Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Forme e cause di ipotiroidismo

Parere degli esperti |time pubblicato il
Forme e cause di ipotiroidismo

Gli articoli della sezione "Il parere degli esperti" riguardano alcuni fra gli argomenti più importanti e dibattuti delle rispettive aree cliniche. Dato il livello di approfondimento raggiunto, i testi possono contenere termini e concetti molto complessi. L’utilizzo del glossario potrà essere di aiuto nella comprensione di questi articoli e altri contenuti del sito, più divulgativi, contribuiranno a chiarire gli argomenti trattati.


L’ipotiroidismo è una sindrome clinica e biochimica caratterizzata da carenza degli ormoni tiroidei o dall’azione insufficiente di questi a livello dei diversi tessuti.

Potrebbe interessarti anche…

Viene definito primitivo quando la carenza di ormoni tiroidei è provocata da un danno intrinseco della tiroide e centrale (secondario o terziario) quando consegue a un’insufficiente stimolazione tireotropinica della tiroide. In questo caso la carenza di TSH (thyroid-stimulating hormone) può essere dovuta a una anomalia ipofisaria (ipotiroidismo secondario) o a una anomalia ipotalamica responsabile di una ridotta secrezione di TRH (thyrothropin releasing hormone) (ipotiroidismo terziario).

La frequenza dell’ipotiroidismo centrale è bassa, mentre l’ipotiroidismo primitivo è la forma più frequente ed è provocato da malattie o terapie che determinano la distruzione del tessuto tiroideo o che interferiscono con la sintesi ormonale. La ridotta produzione e secrezione degli ormoni tiroidei si accompagna ad aumento di TSH.

La tiroidite cronica autoimmune (tiroidite di Hashimoto) è la causa più frequente di ipotiroidismo nell’adulto nelle regioni con sufficiente apporto iodico. È una patologia autoimmune organo-specifica caratterizzata dalla presenza di anticorpi anti-perossidasi e anti-tireoglobulina. È più frequente nel sesso femminile e con massiva infiltrazione linfocitaria della tiroide responsabile delle progressiva distruzione del tessuto ghiandolare. Nei pazienti più giovani si associa a un gozzo diffuso.

Le tiroiditi silenti e post partum sono varianti delle tiroiditi croniche autoimmuni nelle quali la reazione autoimmune è principalmente provocata dai linfociti T ed è in grado di autolimitarsi.

La forma di ipotiroidismo più frequente è quella iatrogena, provocata da interventi chirurgici della tiroide o da assunzione di farmaci, come quella provocata dall’uso di iodio radioattivo nel trattamento della malattia di Graves e di Basedow, da numerosi farmaci quali antitiroidei di sintesi per il loro effetto tireostatico, da agenti bloccanti la captazione tiroidea dello iodio, dall’assunzione di dosi elevate di iodio sotto forma di mezzi di contrasto o amiodarone antiaritmico (incapacità di superare l’effetto Wolff-Chaikoff di blocco della sintesi ormonale); il litio ha effetti simili a quelli dello iodio, con inibizione della sintesi e della secrezione di ormoni tiroidei. Inoltre, vi sono anche forme di ipotiroidismo causate da trattamento con dosi terapeutiche di citochine, quali interferone-alfa e interleuchina-2, e rare forme di ipotiroidismo causato da distruzione del tessuto ghiandolare, da processi infiltrativi neoplastici o conseguenti a malattie sistemiche come emocromatosi, amiloidosi, sarcoidosi, sclerodermia.

L’ipotiroidismo congenito primitivo è la forma congenita più frequente. L’85% dei casi è causato da anomalie dello sviluppo della tiroide definite disgenesie. Il 10-15% di ipotiroidismo congenito è provocato da difetti di sintesi degli ormoni tiroidei. Infine il passaggio di anticorpi anti-tiroide materni al feto può determinare una condizione transitoria di ipotiroidismo. I difetti genetici responsabili di un anomalo sviluppo della tiroide e di ipotiroidismo congenito sono provocati da alterazioni di fattori di trascrizione.

I difetti ereditari della sintesi degli ormoni tiroidei sono una causa rara di ipotiroidismo congenito; gran parte sono ereditati con un carattere autosomico recessivo. Sono alterazioni che si verificano a qualsiasi livello della sintesi ormonale, tra cui l’azione del TSH a livello della cellula follicolare tiroidea, il trasporto dello iodio a livello della membrana basale o della membrana apicale della cellula tiroidea, la sintesi di tireoglobulina, l’organificazione e l’accoppiamento e il riciclo dello iodio. Mutazioni del recettore del TSH causano una resistenza parziale o totale all’azione del TSH con conseguente ipoplasia della ghiandola tiroidea e ridotta sintesi e secrezione degli ormoni tiroidei.

Difetti della perossidasi tiroidea sono tra le cause più comuni di anomalie congenite della sintesi di ormoni tiroidei. Le mutazioni del gene della TPO causano un ipotiroidismo grave associato a gozzo da difetto totale di organificazione dello iodio.

Molto rari sono i difetti di sintesi della tireoglobulina, che danno luogo a ridotta sintesi di ormoni tiroidei e a gozzo da iperstimolazione da parte del TSH. Ancora più rari i deficit di desiodasi responsabili di ipotiroidismo e gozzo da alterato riciclo di iodio e conseguente aumento di iodotirosine in circolo.

L’ipotiroidismo centrale è caratterizzato da ridotta secrezione di ormoni tiroidei dovuta a insufficiente stimolazione del TSH della ghiandola tiroidea intrinsecamente normale. La secrezione di TSH può essere alterata quantitativamente e qualitativamente per la produzione di TSH biologicamente inattivo.

Le cause dell’ipotiroidismo centrale “regola delle 9 I” (VERIFICARE) più frequenti sono adenomi ipofisari, tumori cerebrali extrasellari, meningiomi, gliomi, localizzazioni metastatiche di tumori della mammella e polmonare, craniofaringiomi. Cause meno frequenti sono traumi cranici, necrosi ischemica post-partum, apoplessia ipofisaria e ipofisite linfocitaria. Altre cause di ipotiroidismo centrale congenito sono alterazioni di diversi fattori di trascrizione ipofisari, che determinano deficit tropinici combinati.

L’ipotiroidismo centrale congenito è raro, è causato da anomalie strutturali come ipoplasia ipofisaria, difetti della linea mediana, cisti della tasca di Rathke o da difetti della sintesi e della secrezione di TSH dovuti a mutazioni dei geni codificanti il recettore del TRH o della subunità beta del TSH di tipo inattivante.

Maria Angela Camilloni - Specialista in Endocrinologia e Malattie del Ricambio

Bibliografia di riferimento

  • Asteria C,Persani L, Beck-Pecoz P. Central hypothyroidism: consequences in adult life. J Pediatr Endocrinol Metab 2001;14:1263-9.
  • Gillam MP, Kopp P. Genetic defects in thyroid hormone synthesis. Curr Opin Pediatr 2001;13:364-72.
  • Singer PA, Cooper DS, Levy EG, et al. Treatment guidelines for patients with hyperthyroidism and hypothyroidism. J Am Med Assoc 1995;33:1688-94.
  • Vanderpump MPJ, Tunbridge WMG, French JM, et al. The incidence of Thyroid disorders in the community: a twenty-years follow-up of the Whickham Survey. Clin Endocrinol 1995;43:55-68.