Cause e gestione dell’ipertiroidismo

Intervista |
Fact checked
Cause e gestione dell’ipertiroidismo

Perché si sviluppa un’eccessiva funzione della tiroide e come si ripristina quella corretta? Lo spiega Massimo Tonacchera, Professore Associato di Endocrinologia dell’Università di Pisa.

Potrebbe interessarti anche…

Ci sono due modalità principali di sviluppo dell’ipertiroidismo: la forma con ingrandimento diffuso della ghiandola e quella caratterizzata dalla presenza di uno o più noduli. Massimo Tonacchera chiarisce che la prima forma di solito è dovuta a una malattia autoimmune, il Morbo di Basedow, che si osserva in persone più giovani, ha un esordio più brusco e con marcato aumento delle concentrazioni nel sangue degli ormoni, La forma con i noduli consegue più spesso a una fase precedente di inadeguato apporto di iodio, si presenta in età avanzata, i livelli degli ormoni tiroidei possono essere meno elevati e i noduli che la caratterizzano sono definiti “caldi”, se sono sede di una secrezione molto elevata di ormoni, o “freddi”, se invece non vi si rileva tale fenomeno. In sintomi con i quali può manifestare l’ipertiroidismo vanno dai tremori all’aumento anomalo della sudorazione, dall’insonnia alla tachicardia. Quando l’ipertiroidismo si sviluppa in età avanzata, anche se clinicamente poco evidente, può aumentare il profilo di rischio cardiovascolare, perché l’eccesso di ormoni tiroidei sollecita molto la funzione di cuore e vasi. Di solito associate ai quadri più gravi solo alterazioni a carico delle orbite dell’occhio, che si possono alterare la vista. A seconda della gravità del singolo caso di ipertiroidismo, si può selezionare la cura più adatta. Farmaci antitiroidei, somministrazione di radioiodio o tiroidectomia sono i tre approcci tra i quali scegliere.

L’ipertiroidismo si può presentare in varie fasce di età e con quadri clinici molto variabili, dalla totale assenza di sintomi a condizioni molto complesse. Le soluzioni terapeutiche disponibili permettono di personalizzare l’approccio.

Video: Marco Marcotulli

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.