MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Caffè e funzione della tiroide: raccolte evidenze di una possibile relazione

Notizia

PUBBLICATO

Caffè e funzione della tiroide: raccolte evidenze di una possibile relazione

Un gruppo di ricercatori danesi ha misurato la concentrazione di diverse molecole nelle urine per valutare le relazioni fra funzione della tiroide e meccanismi metabolici dell’organismo. I risultati, fra l’altro, fanno ipotizzare una relazione fra assunzione di caffè e concentrazione nel sangue di FT4.

COMPILA IL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE!
Vuoi sapere se sei soggetto a fattori di rischio o hai sintomi di disfunzioni tiroidee? Scoprilo qui!

fondazioneserono.org/questionari/

Triioidotironina (T3) e tiroxina (T4) sono i due principali ormoni prodotti dalla tiroide, che influenzano tutti i tessuti dell’organismo. Essi sono coinvolti anche in molti processi metabolici, da quello che permette l’utilizzo dell’energia a quello degli zuccheri. Friedrich e colleghi hanno valutato la concentrazione di numerose molecole nelle urine, per avere indicatori indiretti dei processi metabolici influenzati dagli ormoni della tiroide. Con elaborati metodi di laboratorio, sono state analizzate le urine di oltre 9000 persone. I risultati hanno fornito numerose conferme. La prima riguarda la relazione fra livello di FT4 nel sangue e metabolismo del glucosio: più alto è il primo, più elevato è l’utilizzo di glucosio nei tessuti, più bassa è la concentrazione di glucosio nelle urine. Altrettanto evidente si è rivelata l’associazione fra livelli di ormoni della tiroide e metabolismo dei grassi. Il riscontro più interessante, però, ha riguardato una forte associazione positiva fra livelli nel sangue di FT4 e concentrazione nelle urine di una molecola denominata trigonellina. La trigonellina è presente in molte piante, tra le quali quella del caffè. Poiché varie ricerche hanno dimostrato che la trigonellina non viene metabolizzata nell’organismo umano, ma è eliminata quasi completamente immodificata, essa è considerata come un indicatore attendibile dell’assunzione di caffè. Inoltre, a proposito della relazione fra assunzione di caffè e tiroide, si sa che c’è un ridotto assorbimento di levotiroxina, quando essa è assunta insieme al caffè.

Friedrich e colleghi, nel commentare i risultati ottenuti con il loro studio, ipotizzano che una delle sostanze contenute nel caffè, ad esempio la teofillina, potrebbe modulare l’attività delle cellule della tiroide, determinando un aumento della secrezione di T4. Future ricerche dovranno confermare tali evidenze e precisare i meccanismi che sono alla base della relazione fra assunzione di caffè e secrezione di ormoni tiroidei.

Tommaso Sacco

Fonte: Urinary metabolomics reveals glycemic and coffee associated signatures of thyroid function in two population-based cohorts; PLOS ONE, March 2, 2017.