MENU SEZIONE

Segni e sintomi dell'ipertiroidismo

Conoscendo gli effetti degli ormoni della tiroide sulle funzioni dell’organismo non è difficile comprendere quanti e quali sintomi possono comparire nei malati di ipertiroidismo:

  • esoftalmo
  • mixedema pretibiale
  • perdita di peso anche associata ad aumento dell’appetito
  • alterato metabolismo di grassi, zuccheri e proteine
  • sete eccessiva
  • facile irritabilità e nervosismo
  • sbalzi di umore e comportamenti aggressivi
  • instabilità nel camminare
  • facile stancabilità
  • debolezza muscolare
  • eccessiva stanchezza
  • battiti cardiaci anomali
  • aumentata frequenza dei battiti cardiaci
  • aumento della differenza fra pressione arteriosa sistolica (il valore massimo) e diastolica (valore minimo)
  • sudorazione eccessiva
  • insofferenza al caldo
  • mani calde e sudate
  • prurito
  • feci sciolte
  • diarrea

Leggendo questa lunga lista di segni e sintomi si potrebbe pensare che essi rendano facile la diagnosi. In realtà, tranne esoftalmo e mixedema pretibiale, la maggior parte di essi è del tutto aspecifica, vale a dire che potrebbe essere attribuita a malattie e condizioni diverse dall’ipertiroidismo. Inoltre, molti soggetti presentano solo pochi di questi segni e sintomi e, alle volte, in forma talmente lieve da rendere sub-clinico, cioè poco evidente clinicamente, l’ipertiroidismo. Infine, la frequenza dei segni e dei sintomi elencati cambia fra soggetti ipertiroidei giovani e anziani in quanto, ad esempio, nei primi prevalgono quelli a carico di muscoli e sistema nervoso e nei secondi quelli che riguardano cuore e vasi. Come detto, insieme all’esoftalmo, il mixedema pretibiale è l’unico altro segno specifico dell’ipertirodismo. Esso consiste nella deposizione di molecole glicosaminoglicani nel tessuto sottostante la pelle nell’area della tibia, un osso della gamba.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Sempre a proposito di sintomi, va segnalato che un quadro particolarmente grave di ipertiroidismo è la tireotossicosi o crisi tireotossica. Il suo nome indica una condizione nella quale la secrezione di ormoni tiroidei è talmente elevata da avere un effetto “tossico” su vari organi e tessuti. Si tratta per fortuna di un quadro oggi raro, in quanto l’ipertiroidismo è diagnosticato e trattato per tempo, prevenendo la tireotossicosi.

In conclusione, il suggerimento, per chi presenta uno o più dei segni o sintomi dell’elenco sopra riportato, è di registrarli per un periodo di tempo adeguato, possibilmente annotandoli, per poi riferirli al medico curante. Una loro accurata valutazione, insieme ad una visita, potranno indirizzare verso una diagnosi di ipertirodismo, che andrà confermata con opportuni esami.

Vedere anche in ipertiroidismo