Dott.ssa Giulia Brigante

Dott.ssa Giulia Brigante

Scritto da:
Fondazione Serono
  • Laureata in Medicina e Chirurgia nel 2008 a Modena con tesi dal titolo “GH deficiency in patients with HIV-related lipodystrophy: effects of treatment with r-hGH on body composition”.
  • Diploma di Specializzazione in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo nel 2014 a Modena con tesi dal titolo “Translational studies in thyroid pathophysiology”.
  • Da febbraio a dicembre 2014, dottoranda ospite (grazie alla vincita di un grant europeo UEMS) presso Thyroid Laboratory dell’Erasmus University Medical Center a Rotterdam, in Olanda.
  • Nel 2017, a Modena, Dottorato di ricerca in Clinical and Experimental Medicine, con tesi dal titolo “The role of polymorphic gene variants in the diagnosis of thyroid nodules and gonadal pathophysiology”.
  • Attualmente Ricercatrice presso la Cattedra di Endocrinologia dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, con integrazione assistenziale presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena.
  • In ambito clinico, l’interesse principale è rivolto alle patologie tiroidee, soprattutto oncologiche. Autrice di più di 40 pubblicazioni in riviste scientifiche internazionali. In particolare, i principali campi di interesse riguardano la patologia nodulare tiroidea, gli aspetti ecografici e la genetica predisponente allo sviluppo di carcinoma differenziato tiroideo. Inoltre, l’esperienza olandese ha ampliato l’interesse agli effetti periferici degli ormoni tiroidei, alla terapia combinata levotiroxina-liotironina e alle interazioni ormoni-recettori, anche in rapporto agli altri assi endocrini, in particolare a quello delle gonadotropine.
  • Membro della Società Italiana di Endocrinologia, della European Society of Endocrinology e della Associazione Italiana Tiroide.

Ritorna all’elenco degli esperti

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.