MENU SEZIONE

Tutte le funzioni dei tessuti dell’organismo sono sotto il controllo di due sistemi, quello endocrino e quello nervoso, che agiscono in maniera coordinata. Essi modulano sia le funzioni “automatiche” di tutti gli organi e tessuti, sia i meccanismi attraverso i quali l’organismo reagisce alle stimolazioni che riceve dall’ambiente esterno. Il sistema nervoso ha la caratteristica generale di essere più sensibile agli stimoli interni ed esterni e anche quella di reagire agli stessi con maggiore prontezza, rispetto al sistema endocrino. Per avere un’idea di quanto siano coordinate le azioni dei due sistemi, basti pensare che molti processi di regolazione di funzioni dell’organismo in rapporto alle sollecitazioni che esso riceve dall’ambiente, ad esempio la modulazione della pressione del sangue, cominciano con reazioni generate dal sistema nervoso centrale e continuano con interventi determinati dal sistema endocrino.

COMPILA IL QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE!
Vuoi sapere se sei soggetto a fattori di rischio o hai sintomi di disfunzioni tiroidee? Scoprilo qui!

fondazioneserono.org/questionari/

Il sistema endocrino è costituito dalle seguenti ghiandole: ipofisi, tiroide, paratiroidi, ghiandole surrenali, ovaio e testicoli. A queste vanno aggiunte le Isole di Langerhans che sono “isole” di ghiandole endocrine, che producono ormoni che regolano il metabolismo degli zuccheri. Esse sono distribuite nell’ambito del pancreas, che è invece una ghiandola esocrina. Infine cellule a secrezione endocrina sono inserite in vari tessuti, come ad esempio nella mucosa dell’intestino, che riveste la sua cavità.

Si definisce ghiandola endocrina un organo che produce o secerne molecole denominate ormoni e le riversa nel sangue. Lo stesso vale per singole cellule endocrine distribuite in tessuti di vario tipo. Una ghiandola esocrina, invece, libera i suoi prodotti all’esterno dell’organismo, come ad esempio le ghiandole che producono il sudore, o in cavità che sono a contatto con l’esterno, come le ghiandole che riversano la saliva che nella bocca. Gli ormoni, oltre che rilasciati nel sangue, possono essere diffusi nello stesso tessuto che ospita le cellule che li hanno prodotti, nel qual caso non si parla di secrezione endocrina, ma paracrina.

La tiroide può essere considerata il “prototipo” della ghiandola endocrina, in quanto è inserita in un complesso sistema di stimolazioni e inibizioni reciproche con varie altre ghiandole e con pressoché tutti i tessuti dell’organismo.

Altre informazioni su:

tiroide

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI