Vaccini antiallergici per l’allergia agli acari della polvere: le indicazioni delle Linee Guida

Notizia |
Vaccini antiallergici per l’allergia agli acari della polvere: le indicazioni delle Linee Guida

L’Accademia Europea dell’Allergia e dell’Immunologia Clinica (European Academy of Allergy and Clinical Immunology: EAACI) ha pubblicato delle Linee Guida sull’impiego dell’immunoterapia specifica, cioè sull’uso dei cosiddetti vaccini antiallergici, per la cura dell’allergia agli acari della polvere.

Nel documento dell’EAACI si ricorda che l’immunoterapia specifica per gli allergeni ha alle spalle una storia di più di 100 anni. Si segnala anche se la cura dell’asma si basa sull’uso di vari prodotti, fra i quali i corticosteroidi, che hanno l’obiettivo di mantenere il controllo dei sintomi, prevenire le recidive e migliorare la qualità di vita. A fronte del fatto che alcune delle terapie dell’asma possono determinare effetti indesiderati anche importanti, l’immunoterapia specifica è tuttora utilizzata poco, sia in età pediatrica che negli adulti, nonostante abbia dimostrato che, per alcune forme di allergia, può ridurre marcatamente il ricorso alle altre cure. A ciò va aggiunto che, in alcuni casi, i trattamenti dell’asma allergico, compresi i farmaci biologici più recenti, non riescono a eliminare le manifestazioni dell’asma. Agache e colleghi hanno prodotto le Linee Guida dell’EAACI, formulando raccomandazioni, basate su evidenze raccolte in ricerche specifiche, per l’utilizzo ottimale dell’immunoterapia per gli acari della polvere, come trattamento di associazione, nell’asma allergico provocato da questi allergeni. Queste Linee Guida sono state sviluppate da un gruppo multidisciplinare di esperti che ha applicato un metodo standardizzato per la formulazione delle raccomandazioni, a garanzia della solidità scientifica delle stesse. Sono state valutate separatamente le evidenze relative ai vaccini antiallergici somministrabili per via sottocutanea e per via sublinguale e sono state elaborate raccomandazioni dedicate a ciascun tipo di prodotto. Nel documento si specifica che, premesse importanti per ottenere il successo con l’immunoterapia specifica verso gli acari della polvere, sono: selezionare accuratamente i soggetti con una maggiore probabilità di risposta a tale approccio e usare prodotti e protocolli di somministrazione di dimostrata efficacia. Per quanto riguarda la via di somministrazione sublinguale, solo i prodotti in compresse hanno dimostrato un effetto adeguato negli adulti su variabili importanti come: rischio di recidiva, controllo dei sintomi dell’asma e sicurezza. Per questo, l’EAACI li raccomanda come trattamento di associazione alle cure consuete dell’asma negli adulti con asma allergico da acari della polvere controllato o parzialmente controllato. I prodotti per somministrazione sottocutanea sono raccomandati in età adulta e in età pediatrica e quelli in gocce sublinguali solo in bambini con asma allergico da acari della polvere controllato, in associazione agli altri trattamenti dell’asma, per ridurre i sintomi e l’assunzione di altre cure. A differenza di altre forme di allergia ad andamento più stagionale, quella agli acari della polvere si manifesta tutto l’anno, con frequenze che possono aumentare in autunno e in inverno per la più prolungata permanenza in ambienti chiusi dove è presente l’allergene. Per tale motivo è importante disporre di documenti, come quello dell’EAACI, che forniscono indicazioni sulla gestione di tale problema.

Tommaso Sacco

Fonte: EAACI Guidelines on Allergen Immunotherapy: House dust mite-driven allergic asthma; Allergy. 2019;74 (5): 855-873.

Potrebbe interessarti anche…

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.