Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Sigarette elettroniche, disassuefazione dal fumo e peso corporeo: mancano certezze

Notizia |time pubblicato il
Sigarette elettroniche, disassuefazione dal fumo e peso corporeo: mancano certezze

Uno studio eseguito in Gran Bretagna ha valutato l’effetto dell’uso delle sigarette elettroniche sul peso corporeo. I risultati hanno indicato che i partecipanti allo studio non hanno mostrato interesse a usare le sigarette elettroniche per prevenire l’aumento di peso eventualmente indotto dalla cessazione del fumo di tabacco.

Gli effetti della nicotina sul peso sono stati documentati in diversi studi. I fumatori tendono ad avere un peso corporeo inferiore ai non fumatori e tale differenza è attribuita all’influenza della nicotina sulla fame. Anche altri aspetti del fumo, dalla gestualità alla riduzione della percezione dei sapori influenzano l’assunzione del cibo. Resta il timore che molti fumatori esprimono, a volte anche come alibi per non cercare di smettere di fumare, dell’ aumento del peso che si può verificare una volta abbandonate le sigarette. Questa percezione riguarda anche le persone più giovani, visto che un’indagine eseguita negli Stati Uniti ha dimostrato che ei adolescenti di sesso femminile hanno paura di perdere il controllo del loro peso, abbandonando il fumo, in misura doppia rispetto ai maschi. Questa percezione non è infondata e una metanalisi ha dimostrato un aumento medio di 4.8 chilogrammi entro il primo anno dalla disassuefazione dal fumo, con un 13% di persone che aumentano di 10 kg. D’altra parte, i rischi per la salute attribuiti al fumo di sigaretta sono talmente elevati, dallo sviluppo di diverse forme di cancro a quello di malattie cardiovascolari gravi, che la disassuefazione dal fumo è sempre e comunque un fattore di miglioramento della salute. Le sigarette elettroniche in molti Paesi sono state presentate come supporto alla cessazione del fumo. Nonostante gli studi eseguiti su questo effetto non abbiano fornito evidenze concordi, si stima che in Inghilterra, nel 2014, circa un terzo dei tentativi di disassuefazione dal fumo siano stati fatti usando questi dispositivi. Fra i motivi per i quali si ipotizzano gli effetti positivi delle sigarette elettroniche, oltre alla riduzione progressiva dell’assunzione della nicotina, che sostiene la dipendenza dal fumo, ci sono anche i cosiddetti comportamenti rituali, come il periodico riempimento del dispositivo con l’apposito liquido e la gestualità simile a quella del fumo di sigaretta, che potrebbero aiutare a sentire meno la mancanza delle sigarette, ma anche a prevenire l’aumento di peso. Dobbie e colleghi hanno eseguito un’indagine utilizzando il metodo dei gruppi di discussione che, nel caso specifico, comprendevano adulti che fumavano le normali sigarette e usavano anche le sigarette elettroniche o che facevano uso solo di queste ultime. Hanno partecipato all’indagine 55 persone suddivise in 8 gruppi di discussione di soggetti dello stesso sesso, ma con intervalli di età variabili. Le evidenze raccolte hanno riguardato tre temi principali: l’atteggiamento riguardo all’aumento di peso successivo all’abbandono del fumo, la consapevolezza e l’esperienza circa i possibili effetti delle sigarette elettroniche sul controllo del peso e l’atteggiamento riguardo all’impiego di questi dispositivi per controllare in futuro il peso. Si è osservato che la consapevolezza dei possibili effetti delle sigarette elettroniche e la disponibilità a usarle per prevenire l’aumento del peso dopo la disassuefazione dal fumo, erano limitate. A monte di questi riscontri c’erano: la consapevolezza che i vantaggi per la salute attribuibili all’abbandono del fumo superavano qualsiasi effetto negativo dovuto all’aumento del peso, la mancata conoscenza degli effetti della nicotina sulla fame, le convinzioni che le sigarette elettroniche comunque non possano avere, sull’appetito, l’effetto che hanno le sigarette e che l’uso di quei dispositivi può creare forti desideri per alcuni sapori. Altre perplessità hanno riguardato la sicurezza per la salute in caso di uso a lungo termine delle sigarette elettroniche e la non eticità del promuovere tali dispositivi per limitare l’aumento del peso dovuto all’abbandono del fumo, in assenza di evidenze scientifiche a supporto. Nelle conclusioni Dobbie e colleghi hanno evidenziato il poco interesse dei partecipanti allo studio per l’impiego delle sigarette elettroniche nella prevenzione dell’aumento di peso conseguente alla disassuefazione dal fumo. Hanno anche sottolineato che queste convinzioni derivavano dalla mancata conoscenza degli effetti che la nicotina assunta con le sigarette elettroniche può avere sull’aumento di peso.

L’aspetto sorprendente di questo studio è che gli autori sembrano non accogliere positivamente i dubbi delle persone consultate circa gli effetti positivi delle sigarette elettroniche. In un certo senso, i partecipanti all’indagine sembrano avere un atteggiamento più corretto scientificamente dei ricercatori. Infatti, avere dubbi sull’effetto positivo delle sigarette elettroniche nel prevenire l’aumento di peso da abbandono del fumo è più che legittimo, dato che, come gli stessi autori riportano nell’articolo, non esistono dati che dimostrano, in maniera scientificamente corretta, tale effetto. Per quanto riguarda i timori degli utenti circa la sicurezza delle sigarette elettroniche, va ricordato che molte ricerche hanno dimostrato rischi connessi all’uso dei dispositivi e Dobbie e colleghi nel loro articolo non forniscono dati che ne confermino la sicurezza. È quindi apprezzabile l’atteggiamento dei partecipanti all’indagine che hanno basato le loro risposte sulla mancanza di evidenze scientificamente solide e non su un’ipotesi, quella dell’effetto positivo della nicotina delle sigarette elettroniche sul peso, accattivante, ma non confermata.      

Tommaso Sacco

Fonte: Vaping for weight control: Findings from a qualitative study; Addictive Behaviors Reports 12 (2020) 100275      

Potrebbe interessarti anche…