Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Quando per definire un quadro di depressione non basta lo psichiatra

Notizia |time pubblicato il
Quando per definire un quadro di depressione non basta lo psichiatra

L’ipoparatiroidismo è una malattia poco frequente provocata dalla carenza di paratormone e caratterizzata da ipocalcemia, cioè da concentrazioni ridotte di calcio nel sangue. Un caso clinico pubblicato di recente ha ricordato come possa essere causa anche di depressione.

Il paratormone è prodotto dalle ghiandole paratiroidi e svolge un ruolo rilevante nel regolare le concentrazioni di calcio nel sangue. Quando la funzione di queste ghiandole è inadeguata, si può verificare un ipoparatiroidismo e i ridotti livelli del paratormone nel sangue provocano vari sintomi, dalla convulsioni alla demenza. Anche alterazioni dell’umore sono state segnalate, ma certamente, di fronte a un quadro di depressione, l’ipoparatiroidismo non è la prima causa alla quale si pensa. Il caso clinico appena pubblicato ricorda che questa ipotesi va comunque considerata.

Il caso ha riguardato un soggetto maschio di 22 anni che soffriva da tempo di convulsioni. Le convulsioni sono contrazioni violente e involontarie molto intense, che interessano gruppi di muscoli. Esse possono passare da sole, per poi ripetersi. La persona descritta nel caso clinico era in trattamento con omeprazolo, un farmaco appartenente alla classe degli inibitori della pompa protonica (IPP), usato per gastrici curare patologie come ulcera e gastrite, e valproato, un prodotto che previene le convulsioni.

Il giovane è stato ricoverato in una struttura ospedaliera per sintomi di depressione grave, quali umore depresso, perdita di interesse per le attività, perdita di appetito, ridotta capacità di concentrazione, difficoltà a dormire (insonnia) e astenia. Presentava inoltre un’alterazione della sensibilità alle dita dei piedi. La valutazione psichiatrica ha confermato la diagnosi di depressione. Gli esami di laboratorio e quelli strumentali, fra i quali quelli radiologici, hanno rilevato alterazioni delle concentrazioni di calcio, fosfati e magnesio nel sangue e depositi di calcio in sedi anomale. Inoltre, le concentrazioni di paratormone nel sangue erano basse. La diagnosi formulata è stata: ipoparatiroidismo primario con associate manifestazioni psichiatriche. Queste ultime sono state verosimilmente peggiorate dai bassi livelli di magnesio nel sangue, conseguenti all’uso cronico di omeprazolo.

Questo caso clinico è importante per due motivi. Esso ricorda la necessità di non escludere a priori cause rare di depressione, eventualmente cercando segni o sintomi di malattie, come l’ipoparatiroidismo, che la possono provocare. Ciò è importante anche per evitare che una persona depressa sia curata per una depressione primitiva, cioè non conseguenza di altre patologie, magari con poco successo. Inoltre, il caso clinico suggerisce che una malattia del sistema endocrino può avere manifestazioni insolite, alle quali non sempre si pensa.

Testi a cura della redazione scientifica Editamed

Fonte: Mood disorder as a manifestation of primary hypoparathyroidism: a case report; Journal of Medical Case Reports 2014, 8:326

Potrebbe interessarti anche…