Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

L’applicazione locale della capsaicina è efficace contro il prurito cronico?

Notizia |time pubblicato il
L’applicazione locale della capsaicina è efficace contro il prurito cronico?

Trattare il prurito cronico, che può presentarsi anche in alcune allergie, è difficile, ma i risultati di uno studio indicano che l’applicazione locale di una soluzione contenente capsaicina può ridurre considerevolmente questo sintomo, qualsiasi sia il meccanismo che lo provoca.

La capsaicina è una sostanza presente in alcune piante, fra le quali quella del peperoncino. L’effetto benefico è stato studiato in varie indicazioni. Nello studio pubblicato da Andersen e colleghi, condotto su 16 volontari sani, di entrambi i sessi e con età media di 22 anni, si è valutata l’efficacia dell’applicazione di una soluzione di capsaicina all’8%, in confronto con una soluzione di controllo, che non conteneva questa sostanza. Le soluzioni sono state applicate sulla pelle della faccia interna dell’avambraccio per 1 ora o per 24 ore prima del contatto con istamina o con una pianta, denominata mucuna pruriens. Ambedue gli stimoli erano mirati a  provocare prurito. Sono stati quindi valutati il prurito, l’infiammazione locale e l’alterazione della sensibilità, provocati da tali stimoli.

Per garantire il rigore delle osservazioni, lo studio è stato realizzato in doppio cieco, cioè senza che né gli sperimentatori né i volontari sapessero se veniva applicata la soluzione con la capsaicina o quella di controllo.

Il punteggio del prurito provocato dall’istamina è stato di 4.67 ± 0.58 e 1.41 ± 0.58, rispettivamente, dopo applicazione per 24 ore della soluzione di capsaicina, e di quella di controllo, con una differenza statisticamente significativa (p=0.003). Il punteggio del prurito indotto dalla mucuna pruriens è stato di 5.15 ± 0.71 e 0.81 ± 0.18, rispettivamente, dopo applicazione per 24 ore della soluzione di capsaicina e di quella di controllo con una differenza, anche in questa prova, statisticamente significativa (p<0.001). L’applicazione preventiva della soluzione con capsaicina per un’ora ha ridotto solo il prurito provocato dalla pianta, ma non quello provocato dall’istamina.

I risultati di questo vanno considerati come preliminari, perché raccolti su una casistica molto limitata, ma non privi di interesse. Altre ricerche dovranno raccogliere evidenze più solide, sulle quali basare indicazioni utili per la pratica clinica.

Testi a cura della redazione scientifica Editamed

Fonte: Antipruritic effect of pretreatment with topical capsaicin 8% on histamine- and cowhage-evoked itch in healthy volunteers: a randomized, vehicle-controlled, proof-of-concept trial; British Journal of Dermatology, 2017;177(1):107-16.

Potrebbe interessarti anche…