Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Dispositivi portatili per promuovere l’attività fisica negli adolescenti

Notizia|timepubblicato il
Dispositivi portatili per promuovere l’attività fisica negli adolescenti

Uno studio eseguito in Australia ha valutato l’utilizzo di dispositivi portatili per il controllo dell’attività fisica e una delle più diffuse reti sociali per la sua promozione negli adolescenti. I risultati hanno confermato l’efficacia di tali strumenti, seppure con alcuni limiti.  

Potrebbe interessarti anche…

Per la salutedegli adolescenti, lo svolgimento di un’attività fisica regolare è di cruciale importanza. L’esercizio permette di limitare l’aumento di peso, favorisce lo sviluppo muscolare e osseo e ha effetti positivi sulla salute cardiovascolare e sul benessere mentale, potenziando l’autostima e riducendo ansia e depressione. Per gli adolescenti di età compresa fra 12 e 17 anni, il Governo australiano raccomanda un’ora al giorno di attività fisica di intensità almeno moderata. Purtroppo, solo il 18% di essi si impegna in questo livello di esercizio. Drehlich e colleghi, nell’introduzione dell’articolo, ricordano che la sedentarietà ha raggiunto ormai una diffusione epidemica a livello globale e che, secondo alcune stime, l’80% della popolazione mondiale di adolescenti è sedentario. Per questi motivi, è importante trovare strumenti che aumentino il livello di attività fisica svolta quotidianamente dagli adolescenti. L’obiettivo dello studio di Drehlich e colleghi è stato quello di valutare se i dispositivi che registrano l’attività fisica e reti sociali possano aumentare l’esercizio fisico degli adolescenti. Il periodo di osservazione è stato di dodici settimane, nelle quali a 124 adolescenti, di età compresa fra 13 e 14 anni, sono stati forniti: un dispositivo che tracciava l’attività fisica e, tramite una rete sociale, del materiale digitale di supporto. Inoltre, una volta terminato l’intervento di dodici settimane, sono stati organizzati dei gruppi di discussione per verificare la percezione che i ragazzi avevano avuto del supporto ricevuto. I risultati hanno indicato che il dispositivo fornito era stato utile per potenziare la motivazione degli adolescenti a svolgere l’attività fisica e per registrare il livello di esercizio quotidiano. A fronte di questi vantaggi, i ragazzi hanno segnalato che il dispositivo era stato difficile da usare. Anche per quanto riguarda il supporto ricevuto dalla rete sociale, i riscontri hanno indicato che essa è stata importante per fornire indicazioni circa l’attività fisica da svolgere, ma i partecipanti hanno segnalato che altre reti sociali e siti erano preferibili a quella impiegata nello studio. Fra i riscontri raccolti dai ragazzi che hanno partecipato alla ricerca, c’è stata la paura di danneggiare o di perdere il dispositivo che registrava l’attività fisica e il dubbio circa la compatibilità dell’uso del dispositivo e della rete sociale con la loro vita quotidiana.

Nelle conclusioni gli autori hanno segnalato che i ragazzi arruolati nella ricerca avevano confermato l’utilità degli strumenti proposti per aumentare la motivazione a impegnarsi nell’attività fisica, ma hanno ventilato dubbi circa il loro impiego pratico. Studi futuri dovranno definire i fattori che condizionano accettazione di supporti mirati ad aumentare l’esercizio fisico.

Tommaso Sacco

Fonte: Using the Technology Acceptance Model to Explore Adolescents’ Perspectives on Combining Technologies for Physical Activity Promotion Within an Intervention: Usability Study; Journal of Medical Internet Research, 2020 Mar; 22(3): e15552.