Correggere l’ipersensibilità all’acido acetilsalicilico è possibile

Notizia |
Scritto da:
Fondazione Serono
Correggere l’ipersensibilità all’acido acetilsalicilico è possibile

La letteratura scientifica dimostra che la desensibilizzazione è una soluzione efficace per le persone con malattie cardiovascolari nelle quali l’assunzione dell’acido acetilsalicilico provoca sintomi respiratori importanti e difficilmente controllabili.

L’acido acetilsalicilico è un farmaco efficace nella prevenzione di nuovi eventi cardiovascolari in persone con aterosclerosi delle arterie coronarie. Tuttavia, alcuni soggetti hanno reazioni provocate da ipersensibilità a questo farmaco: possono cioè avere reazioni di tipo allergico, in seguito alla somministrazione del farmaco. In particolare, in alcune persone l’assunzione dell’acido acetilsalicilico può aggravare patologie delle vie respiratorie, come asma, rinite e sinusite.

In questi casi è possibile ricorrere alla desensibilizzazione, cioè a un approccio che permette al sistema immunitario di “tollerare” il farmaco. Queste procedure comportano la somministrazione di dosi crescenti della molecola, eseguita sotto attento controllo medico, indispensabile per rilevare, ed eventualmente trattare, reazioni allergiche che dovessero comparire.

Uno studio pubblicato lo scorso agosto da ricercatori italiani sottolinea l’efficacia della desensibilizzazione all’acido acetilsalicilico nei soggetti con malattia coronarica nei quali l’uso di questo prodotto induce reazioni allergiche delle vie respiratorie. I ricercatori, tuttavia, evidenziano l’esigenza – finora irrisolta – di uniformare i vari protocolli esistenti sulla base di criteri condivisi, nonché di mettere in atto misure preventive per ridurre i rischi associati a questa procedura.

Testi a cura della redazione scientifica Editamed

Fonte: Aspirin challenge and desensitization: how, when and why; Current Opinion in Allergy and Clinical Immunology, 2017;17(4):247-254.

Potrebbe interessarti anche…

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.