Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Allergia al nichel: come si comportano i consumatori

Notizia |time pubblicato il
Allergia al nichel: come si comportano i consumatori

Le persone allergiche al nichel pongono molta attenzione al rischio di esporsi a contatti con questo metallo. Infatti, nonostante le indicazioni formulate da un Regolamento Europeo pubblicato per la prima volta nel 2000 e aggiornato anche di recente, il nichel è tuttora presente in numerosi oggetti di uso comune, creando il rischio di reazioni allergiche.

In un’indagine eseguita in Danimarca sono state intervistate 542 persone con allergia al nichel confermata con il patch-test. I partecipanti hanno compilato un questionario che raccoglieva informazioni sulla gravità dei sintomi dovuti al contatto prolungato con oggetti con componenti metallici, come orologi, chiavi, bottoni, telefoni cellulari, gioielli, e sulla difficoltà di evitare l’uso di tali oggetti. In entrambi i casi si è usata una scala con punteggio da 0 (nessun sintomo/nessuna difficoltà) a 10 (gravità massima/difficoltà massima).

Al questionario hanno risposto 342 soggetti (63,2%) prevalentemente di sesso femminile, dei quali 292 hanno confermato di avere avuto una dermatite da contatto dovuta a metalli e di cercare sempre di evitare tale contatto. Tale obiettivo è stato giudicato facile da raggiungere dal 58,6% dei compilatori, moderatamente difficile dal 23,2% e difficile dal restante 18,2%.

In generale, queste persone hanno riferito di adottare comportamenti cauti, come: chiedere al negoziante se l’articolo che s’intende acquistare sia privo di nichel, segnalato dall’81,7% dei compilatori, verificare l’assenza di nichel sull’etichetta dell’articolo (72,6%), evitare alimenti contenenti nichel (34,0%) o eseguire di persona, con un’apposita attrezzatura, una verifica del contenuto di nichel (43,4%). Si tratta di misure che sono raccomandate dal dermatologo e che i soggetti allergici diligentemente applicano.

Dei citati comportamenti, i primi tre erano adottati molto più spesso dalle persone che giudicavano più fastidiosa la dermatite da cui erano affette. Relativamente a monili e gioielli, un comportamento forse meno accorto è stato riscontrato nelle persone di età inferiore a 40 anni, che si preoccupavano meno delle altre di acquistare solo in negozi specializzati.

Testi a cura della redazione scientifica Editamed

Fonte: Consumer Behaviour Among Nickel-allergic Patients; Acta DV, 2017 Jul 6.

Potrebbe interessarti anche…