Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Eccesso di peso e fertilità

Eccesso di peso e fertilità

Sovrappeso e obesità sono condizioni frequenti nelle femmine in età riproduttiva, raggiungendo prevalenze comprese fra il 20 e il 25% nelle donne che si rivolgono ai Centri specializzati in Procreazione Medicalmente Assistita. Nel maschio l’eccesso di peso, e l’obesità in particolare, sono associati con varie alterazioni della funzione dell’apparato endocrino e, fra queste, quelle della funzione riproduttiva sono di particolare rilievo.

Eccesso di peso e fertilità femminile

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stimato che la percentuale di donne obese nei Paesi industrializzati varia fra il 9 e il 25% e le donne che si trovano in questa condizione hanno un rischio maggiore di avere figli con eccesso di peso.  Inoltre, l’eccesso di peso si associa a insulino-resistenza e a concentrazioni elevate nel sangue di insulina e di ormoni androgeni. Ciò provoca, a sua volta, alterazioni dell’ovulazione e aumenta la probabilità di infertilità e di aborto. Anche nei casi in cui non è alterata l’ovulazione, sovrappeso e obesità prolungano i tempi per ottenere il concepimento, peggiorano i risultati dei trattamenti dell’infertilità e, quando si ottiene il concepimento, aumentano il rischio di comparsa di diabete e di ipertensione nel corso della gravidanza, di ricorso al parto cesareo, di sovrappeso nel neonato e sono causa di mortalità e di morbilità perinatali. Alcuni studi hanno rilevato che dieta mediterranea e attività fisica riducono significativamente i fallimenti del concepimento e migliorano i risultati degli approcci di PMA nelle donne in sovrappeso. È importante che nelle donne che desiderano un concepimento si valutino peso, Indice di Massa Corporea e abitudini di vita e si modifichino i comportamenti meno sani con approcci specifici e supporti adeguati.    

Eccesso di peso e fertilità maschile

Negli uomini obesi si osservano ipogonadismo, disfunzioni dell’erezione e infertilità o ridotta fertilità. Da un punto di vista delle alterazioni ormonali, spesso si osservano modificazioni degli ormoni sessuali e una condizione denominata ipogonadismo secondario all’obesità maschile, in inglese Male-Obesity Secondary Hypogonadism (MOSH). Fra i sintomi del MOSH ci sono disfunzioni sessuali, depressione, astenia, riduzione della massa magra e della densità minerale dell’osso, mentre le alterazioni ormonali più caratteristiche sono le riduzioni delle concentrazioni nel sangue di testosterone libero e totale della globulina legante gli ormoni sessuali (SHBG) e l’aumento dell’estradiolo. Abitualmente questo quadro si accompagna a livelli eccessivamente ridotti o normali di gonadotropine, simulando una condizione di ipogonadismo ipogonadotropo. Inoltre, concentrazioni ridotte di testosterone e aumentate di estradiolo sono frequenti nella Sindrome metabolica e numerosi studi hanno dimostrato che al crescere dell’Indice di Massa Corporea o della circonferenza della vita si riduce la concentrazione nel sangue di testosterone nei maschi di tutte le età e questo alimenta un circolo vizioso nel quale le ridotte concentrazioni di testosterone contribuiscono a favorire l’aumento del peso corporeo e la deposizione di grasso nell’addome. Mentre sono concordi le evidenze a supporto della relazione fra obesità e disfunzioni dell’erezione, più contradditorie sono quelle sul rapporto fra Indice di Massa Corporea e alterazioni delle caratteristiche degli spermatozoi. Nell’insieme, si tende a concordare su un aumentato rischio di azoospermia o oligospermia nei maschi obesi. Si ritiene che l’aumento delle concentrazioni nel sangue di insulina e di leptina abbiano un effetto diretto sulla produzione degli spermatozoi, favorendo lo stress ossidativo, lo stato infiammatorio e danni a carico del DNA dei gameti maschili. A conferma degli effetti negativi dell’eccesso di peso sulla funzione riproduttiva maschile, ci sono le evidenze della correzione del MOSH nei maschi sottoposti a cure efficaci per sovrappeso e obesità. 

Vedere anche:

Tommaso Sacco 

Bibliografia

  • A Gambineri e coll. Female infertility: which role for obesity? International Journal of Obesity Supplements (2019) 9:65–72.
  • E Silvestris e coll. Nutrition and Female Fertility: An Interdependent Correlation. Front. Endocrinol. 10:346. doi: 10.3389/fendo.2019.00346.
  • A Di Vincenzo e coll. Obesity, Male Reproductive Function and Bariatric Surgery. Front. Endocrinol. 9:769. doi: 10.3389/fendo.2018.00769
Potrebbe interessarti anche…

Iscriviti alla newsletter

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gli aggiornamenti

Iscriviti