Una sostanza due dipendenze

Una sostanza due dipendenze

Scritto da:
Fondazione Serono

Come altre forme di dipendenza, anche quella dall’alcool è una malattia. Questo è un punto che merita la massima chiarezza. Una cattiva abitudine, infatti, la si può modificare con una solida motivazione e con l’aiuto di un ambiente favorevole. Per eliminare la dipendenza da una sostanza da abuso non basta la “forza di volontà “, è necessario un approccio che integri interventi diversi: dal supporto psicologico e sociale ai farmaci, quando necessari. La motivazione del soggetto è fondamentale per sconfiggere la dipendenza, ma non toglie valore all’approccio multidisciplinare nel quale ogni componente è mirata a contrastare i diversi fenomeni che alimentano la dipendenza.

L’abitudine cronica a bere bevande alcoliche determina due forme di dipendenza: una dipendenza psicologica e una “biologica”. La prima consiste nella tendenza che mostrano le persone a ripetere le esperienze positive che l’alcool fa vivere loro. Se bere una bevanda alcoolica aiuta a sciogliere la tensione dopo una giornata di lavoro o permette di socializzare in un ambiente al quale ci si sentirebbe estranei, se le “bevute” che accompagnano le “mangiate” in compagnia sono l’unica occasione di socializzazione che si ha, si contrae con il bere un legame sempre più stretto. In una prima fase questa può essere solo un’abitudine, in seguito l’individuo sente sempre più forte il bisogno di bere, un bisogno anormale, anche se lui può non percepirlo come tale. Questi sono i primi segnali del passaggio dalla dipendenza psicologica a quella biologica. E’ successo che l’introduzione continua o ripetuta di alcool ha innescato, nel sistema nervoso centrale, meccanismi tali che il cervello sente “di avere bisogno” dell’alcool per funzionare (Hillemacker 2011) e spinge l’individuo a cercarlo. Infatti, il segnale decisivo della presenza di una dipendenza è la comparsa della ricerca ansiosa e spasmodica della bevanda alcolica che in inglese si definisce “craving”.

Potrebbe interessarti anche…

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.