MENU SEZIONE

Terapia farmacologica della dipendenza da alcool

Terapia farmacologica della dipendenza da alcool

Terapia farmacologica della dipendenza da alcool

26 novembre 2012
L'alcolismo si instaura ed evolve per un insieme di cause e fattori, quindi un trattamento che si limiti ad un unico intervento ha poche probabilità  di successo. I protocolli di disassuefazione più moderni integrano invece vari strumenti di trattamento. Dei programmi di supporto e dei trattamenti di tipo psicologico si parlerà  prossimamente in una scheda [...]

Leggi Tutto
Disulfiram

Disulfiram

25 novembre 2012
La storia del disulfiram ricorda come a volte una molecola possa arrivare all'impiego clinico per vie impreviste e casuali. Una molecola denominata tetraetiltiuram disulfato (il nome chimico del disulfiram) fu sviluppata nel 1881 per essere utilizzata nella vulcanizzazione della gomma (Banys 2008). Nei decenni successivi emersero alcune segnalazioni secondo le quali, chi per lavoro era [...]

Leggi Tutto
Naltrexone

Naltrexone

24 novembre 2012
Il naltrexone è un antagonista degli oppiodi, sia esogeni che endogeni. Come detto nella scheda sulla dipendenza da alcool (inserire link con scheda sulla dipendenza) gli oppiodi endogeni sono coinvolti nei meccanismi di dipendenza dall'alcool in quanto l'assunzione di questa sostanza ne favorisce il rilascio. La aumentata liberazione di oppioidi endogeni, a sua volta, stimola [...]

Leggi Tutto
Acido Gamma idrossibutirrico

Acido Gamma idrossibutirrico

23 novembre 2012
L'acido-idrossibutirrico (GHB) è approvato in alcuni paesi europei, fra i quali l'Italia, per il trattamento della dipendenza da alcool. Il suo meccanismo d'azione non è stato del tutto definito. Il GHB determinerebbe un incremento della disponibilità  di dopamina e serotonina nel cervello e questo antagonizzerebbe i sintomi dell'astinenza. Il GHB indurrebbe questo effetto agendo sui [...]

Leggi Tutto
Acamprosato

Acamprosato

22 novembre 2012
L'acamprosato (Acetilomotaurinato di calcio) è una molecola di sintesi che è dotata di una formula di struttura simile a quella dell'acido gamma-aminobutirrico (GABA), un neurotrasmettitore, ed a quella dell'aminoacido taurina dotato anch'esso di attività di neuro modulazione (Littleton 1995). Una volta assunto per bocca, il farmaco viene assorbito a livello gastrointestinale e raggiunge un livello [...]

Leggi Tutto

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI

Iscriviti alla Newsletter


Scelgli le newsletter che piu' ti interessano: