MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Valutata la relazione fra somministrazione di mitoxantrone e rischio di sviluppo di tumori

Notizia

PUBBLICATO

Valutata la relazione fra somministrazione di mitoxantrone e rischio di sviluppo di tumori

Uno studio eseguito in Germania ha valutato la frequenza di comparsa di tumori in persone con sclerosi multipla curate con mitoxantrone. I risultati hanno indicato un rischio più elevato di sviluppo di cancro del colon e del retto e di leucemia.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Buttmann e colleghi hanno valutato i dati relativi a 676 persone con sclerosi multipla curate con mitoxantrone fra il 1994 e il 2007. In particolare, hanno considerato la presenza di tumori confermati da esami specifici, sopravvivenza e causa di un eventuale decesso. La frequenza di casi di cancro è stata confrontata con quella della popolazione generale. Sono stati individuati 37 soggetti nei quali è stata formulata una diagnosi di tumore dopo l’inizio della somministrazione di mitoxantrone. L’aumento del rischio di neoplasie in generale è stato del 50%. Particolarmente elevata è stata la frequenza di cancro del colon e del retto e di leucemia mieloide acuta, un tumore del sangue. Per altre forme di cancro, compreso quello del seno, non si sono osservate differenze nel rischio di comparsa rispetto alla popolazione generale. Fra i fattori favorenti la comparsa dei tumori c’è stata l’età avanzata al momento della somministrazione del farmaco, mentre non hanno influenzato l’effetto del mitoxantrone: la dose, la somministrazione di altri immunosoppressori e il sesso.

Sulla base dei risultati ottenuti, gli autori hanno concluso che nelle persone con sclerosi multipla trattate con mitoxantrone sarebbero opportuni controlli con rettocolonscopia per la diagnosi precoce di tumori del colon e del retto.

Tommaso Sacco

Fonte: Malignancies after mitoxantrone for multiple sclerosis. A retrospective cohort study; Neurology. 2016 Jun 7; 86(23): 2203–2207.