MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Valutata l’efficacia nella sclerosi multipla di un programma di esercizio fisico associato ad altri interventi

Notizia

PUBBLICATO

Valutata l’efficacia nella sclerosi multipla di un programma di esercizio fisico associato ad altri interventi

Un gruppo internazionale di ricercatori ha valutato l’effetto di un programma di attività fisica, associato ad approcci psicologici di diverso tipo, nei malati di sclerosi multipla. I risultati hanno indicato che, a prescindere da questi ultimi approcci, il programma di esercizio, applicato secondo Linee Guida pubblicate di recente, ha migliorato astenia, forza ed efficienza fisica. Benefici che si sono mantenuti fino a 6 mesi dopo l’interruzione del programma.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Coote e colleghi sono partiti dalla considerazione che recenti Linee Guida sull’attività fisica per le persone con sclerosi multipla hanno raccomandato un minimo di 30 minuti di esercizio aerobico di intensità moderata e di resistenza, da ripetere due volte alla settimana. Nel loro studio hanno valutato l’effetto di questo programma, associato ad approcci educazionali  e di supporto mirati a migliorare l’atteggiamento psicologico verso la malattia e le funzioni cognitive. Sono stati selezionati soggetti con sclerosi multipla che non svolgevano attività fisica regolare, senza recidive della malattia e senza modificazioni recenti delle cure, che sono stati divisi in due gruppi nei quali, al programma di dieci settimane di esercizio fisico, sono stati associati due diversi approcci. Il primo, denominato Teoria Cognitiva Sociale, forniva un supporto psicologico generale e l’altro era particolarmente indicato per il miglioramento delle funzioni cognitive. Un esaminatore, che non conosceva il programma al quale erano stati sottoposti i soggetti arruolati, ha studiato l’andamento di astenia, depressione, ansia, forza, efficienza fisica e funzioni cognitive. I controlli sono stati eseguiti al termine del programma e dopo 3 e 6 mesi. Dei 100 malati inizialmente selezionati, ne sono stati arruolati 65. L’analisi dei risultati ha indicato miglioramenti statisticamente significativi dell’astenia, della forza, dell’efficienza fisica e di alcune funzioni cognitive. Tali miglioramenti sono stati simili nei due gruppi e si sono mantenuti, con un vantaggio statisticamente significativo (p<0.005), anche a 3 e 6 mesi. Solo nel gruppo sottoposto all’approccio basato sulla Teoria Cognitiva Sociale si sono osservati: riduzioni di ansia, depressione e conseguenze fisiche della sclerosi multipla e miglioramenti di alcune funzioni cognitive.

Gli autori hanno concluso che astenia, forza ed efficienza fisica sono migliorati grazie al programma minimo di esercizio raccomandato dalle Linee Guida e che tali cambiamenti si sono mantenuti nel tempo dopo l’interruzione del programma. Benefici particolari su depressione, ansia, funzioni cognitive e impatto fisico della sclerosi multipla si sono ottenuti, in particolare, nel gruppo sottoposto a uno specifico programma di intervento denominato Teoria Cognitiva Sociale.

Tommaso Sacco

Fonte: Effect of exercising at minimum recommendations of the multiple sclerosis exercise guideline combined with structured education or attention control education - secondary results of the step it up randomised controlled trial. BMC Neurology, 2017 Jun 24;17(1):119.