MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Sollecitazioni psicologiche e rischio di sviluppo di sclerosi multipla

Notizia

PUBBLICATO

Sollecitazioni psicologiche e rischio di sviluppo di sclerosi multipla

Autori danesi hanno valutato, su un’ampia casistica raccolta nel loro paese, la relazione esistente fra importanti sollecitazioni psicologiche e rischio di sviluppare sclerosi multipla.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Non è emersa una chiara relazione fra gli eventi stressanti e il rischio di malattia.

Da tempo gli esperti di sclerosi multipla studiano i rapporti fra gli eventi che producono forti sollecitazioni psicologiche (eventi stressanti) e la sclerosi multipla. Molti hanno rilevato che, nelle persone affette dalla malattia, gli eventi stressanti aumentano la frequenza delle riacutizzazioni, mentre meno chiara è la relazione fra questi eventi e la comparsa della sclerosi multipla in soggetti precedentemente sani.

Nielsen e colleghi hanno valutato quest’ultima relazione sulla base di un ampio archivio di dati disponibile nel loro paese sui malati di sclerosi multipla. I gravi eventi stressanti presi in considerazione sono stati: la morte di un figlio o di un coniuge e la fine di un matrimonio. Nella casistica considerata, né la perdita di un figlio, né la perdita di un coniuge e nemmeno la fine di un matrimonio hanno modificato sensibilmente il rischio di sviluppare sclerosi multipla rispetto a quello rilevato in persone paragonabili come caratteristiche, ma che non erano state colpite da questi eventi stressanti.

Tommaso Sacco

Fonte: Major stressful life events in adulthood and risk of multiple sclerosis; Journal of Neurology, Neurosurgery & Psychiatry, 2014 Mar 7

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI