MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

SM: le lesioni del corpo calloso potrebbero essere associate alla disabilità  tipica della malattia

Notizia

PUBBLICATO

SM: le lesioni del corpo calloso potrebbero essere associate alla disabilità  tipica della malattia

La sclerosi multipla (SM) è una malattia infiammatoria del sistema nervoso centrale che può causare lesioni in diverse regioni del cervello. Una delle aree più colpite dalla patologia è il corpo calloso (che si trova fra i due emisferi del cervello), anche se le lesioni localizzate in questa zona sono difficili da valutare, poiché le normali tecniche di risonanza magnetica non forniscono sufficienti informazioni al riguardo. Un nuovo studio condotto da un gruppo di ricercatori della John Hopkins University School of Medicine, Baltimora (USA), potrebbe colmare questa lacuna.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Il cervello è diviso in un emisfero destro e in un emisfero sinistro. Il corpo calloso contiene il fascio di fibre nervose che permette ai due emisferi di essere collegati e comunicare tra loro. L’infiammazione che caratterizza la SM determina una demielinizzazione (distruzione della mielina, la sostanza che ricopre le fibre nervose) e una distruzione degli assoni (le fibre che trasmettono gli impulsi nervosi) nel corpo calloso. Questi sono due danni caratteristici della SM e, secondo una teoria accettata da molti, potrebbero essere parzialmente responsabili della limitazione o della perdita di funzioni fisiche e psichiche (come capacità di compiere movimenti) che si osservano in alcuni pazienti con SM. Questo studio ha cercato di individuare meglio le anomalie del corpo calloso e la loro associazione con le disabilità tipiche della SM.

Gli studiosi hanno reclutato 69 pazienti con SM e 29 persone sane. In tutte hanno analizzato il grado di disabilità e valutato il corpo calloso, ricorrendo a specifiche scale e punteggi e a tecniche diagnostiche molto evolute, come la tecnica per immagini del Tensore di Diffusione (procedura indicata per valutare le connessioni fra diverse parti del cervello) e le nuove metodiche di risonanza magnetica funzionale (MRIf) e quantitativa che permettono di valutare la funzionalità delle diverse parti del cervello.

Proprio grazie al ricorso alla MRIf, gli esperti hanno potuto accertare la presenza di lesioni a carico del corpo calloso nei pazienti con SM. La ricerca ha svelato, inoltre, che nei malati studiati, queste lesioni sono associate alle alterazioni della funzione cognitiva e neuromuscolare tipica della SM. Questi dati, se saranno confermati da altri studi, potranno aiutare a capire meglio i meccanismi che provocano la SM.

Redazione Fondazione Cesare Serono

Fonte: MRI of the corpus callosum in multiple sclerosis: association with disability; Multiple Sclerosis. 2010 Feb;16(2):166-77

 

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI