Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Per i malati di sclerosi multipla la vaccinazione anti-influenzale è molto importante

Notizia |time pubblicato il
Per i malati di sclerosi multipla la vaccinazione anti-influenzale è molto importante

Secondo le raccomandazioni formulate in un documento di Consensus italiano, le persone con sclerosi multipla possono sottoporsi a diversi tipi di vaccinazione, previa consultazione del neurologo che le ha in cura. In particolare, la vaccinazione anti-influenzale è quella che presenta il migliore bilancio fra benefici e rischi.

Potrebbe interessarti anche…

Ventisette neurologi e 27 specialisti in malattie infettive italiani hanno collaborato alla stesura di un documento di Consensus sulla somministrazione di vaccini ai malati di sclerosi multipla. Quello della vaccinazione delle persone affette da questa malattia è un argomento importante perché, usando questo approccio, si possono evitare molte patologie che rischiano di avere un decorso più grave in chi, a causa della sclerosi multipla, assume farmaci che sopprimono la funzione del sistema immunitario. D’altra parte, la somministrazione di vaccini contenenti microrganismi vivi è generalmente controindicata in corso di assunzione di farmaci modificanti la malattia. Infine, alcune evidenze indicano che gli immunosoppressori possono ridurre l’efficacia dei vaccini contenenti microrganismi inattivati. Per fare chiarezza su aspetti tanto importanti per il benessere e per la vita quotidiana dei malati di sclerosi multipla e delle loro famiglie, è stato prodotto un documento di Consensus specifico per la realtà italiana. Per farlo, i 54 esperti hanno analizzato la letteratura scientifica che ha trattato l’argomento, raccogliendo le evidenze disponibili e classificandole in base alla loro solidità. Dei 1503 articoli trovati, 83 sono stati selezionati per la discussione plenaria fra gli esperti. Sulla base del contenuto di queste pubblicazioni, sono state prodotte 12 raccomandazioni, 11 riguardanti aspetti pratici relativi alle vaccinazioni dei malati di sclerosi multipla e 1 sulla letteratura disponibile sull’argomento. L’articolo prodotto sulla base del documento di Consensus contiene una tabella nella quale si elencano, in maniera dettagliata, i vaccini raccomandati per le persone con sclerosi multipla, aggiungendo indicazioni sui tempi di somministrazione rispetto all’assunzione dei farmaci usati per curare la malattia. Il primo, nella lista dei vaccini, è quello che si somministra ogni anno per prevenire l’influenza. A proposito di questa vaccinazione si specifica che è sempre indicata perché l’influenza è molto contagiosa e la sua incidenza è significativamente ridotta dalla somministrazione del vaccino. Qualsiasi infezione può innescare una recidiva della sclerosi multipla, quindi vaccinare una persona affetta da questa malattia può ridurre il rischio che essa recidivi. Inoltre, l’influenza, come ogni malattia accompagnata dalla febbre, peggiora i sintomi della sclerosi multipla con un impatto importante sulla qualità di vita. Per quanto riguarda i malati di sclerosi multipla con maggiori livelli di disabilità, essi hanno un rischio più elevato di infezioni delle vie aeree, per alterazioni della funzione polmonare e dei riflessi della deglutizione. Per tali motivi, l’influenza può rendere più frequenti le complicazioni. La vaccinazione anti-influenzale fornisce una protezione protratta da vari ceppi di virus, a patto di ripeterla ogni anno prima della diffusione dell’epidemia. Nell’articolo si forniscono raccomandazioni specifiche per la vaccinazione dei malati di sclerosi multipla non in cura e di quelli in trattamento con farmaci modificanti la malattia. A proposito di questi ultimi, si specifica che, nei soggetti in terapia con interferone beta, la risposta alla vaccinazione anti-influenzale è simile a quella rilevata nelle persone sane o nei malati di sclerosi multipla non in trattamento. Riguardo ad altre cure farmacologiche della sclerosi multipla, si riporta che non esistono evidenze altrettanto conclusive e, comunque, gli specialisti della sclerosi multipla sapranno fornire ai loro assistiti tutte le informazioni necessarie. Un altro aspetto trattato è quello della differenza fra i vaccini contenenti microrganismi vivi e quelli prodotti con microrganismi inattivati. Per ciascuno di essi si forniscono indicazioni specifiche su tempi e modi di somministrazione.

Nelle conclusioni si riassumono le indicazioni fornite nel documento di Consensus e si ribadisce che la vaccinazione contro l’influenza stagionale deve essere fatta a prescindere dal trattamento assunto per la sclerosi multipla.

Quali indicazioni pratiche possono trarre i malati di sclerosi multipla da questo documento di Consensus? Che possono essere sottoposti alla maggior parte delle vaccinazioni più comuni e che, soprattutto, devono vaccinarsi per prevenire l’influenza stagionale. Questa indicazione ha un valore assoluto, che è ancora maggiore quest’anno, essendoci in corso l’epidemia da COVID-19.      

Tommaso Sacco

Fonte: Vaccinations in patients with multiple sclerosis: A Delphi consensus statement; Multiple Sclerosis Journal 2020 Sep 17