MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Sclerosi Multipla: il naltrexone a basse dosi promuove il benessere neuropsicologico dei malati

Notizia

PUBBLICATO

Sclerosi Multipla: il naltrexone a basse dosi promuove il benessere neuropsicologico dei malati

Il naltrexone a basse dosi potrebbe migliorare il benessere neuropsicologico di chi soffre di Sclerosi Multipla (SM). Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricercatori americani.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Il naltrexone è un farmaco che viene usato principalmente per il trattamento dei soggetti dipendenti da alcol e oppiacei, come l'eroina.

Lo studio, che è durato otto settimane, è stato condotto su 96 persone, di età  compresa fra i 15 e 65 anni, malate di SM. I pazienti sono stati divisi in due gruppi: metà  sono stati trattati con una bassa dose di naltrexone (4,5 milligrammi) e metà  hanno ricevuto una compressa placebo (sostanza priva di attività  farmacologica, quindi, inefficace). Tutti i partecipanti sono stati sottoposti a una specifica valutazione neuropsicologica (con questionari specifici) sia all'inizio sia al termine dello studio. Nel gruppo trattato con naltrexone si è registrato un significativo miglioramento del benessere neuropsicologico. Infatti, questi pazienti, rispetto agli altri, hanno ottenuto punteggi migliori in molti questionari, come quello relativo al dolore percepito o quello sul deficit mentale. Il farmaco è stato ben tollerato e non ha dato reazioni avverse.

Lo studio suggerisce che il naltrexone a basse dosi potrebbe essere un'opzione terapeutica relativamente sicura, ma sono necessarie ricerche su casistiche più ampie per stabilire la sua reale efficacia e utilità  nel trattamento dei malati di SM.

Redazione Fondazione Cesare Serono

Fonte: The effect of low-dose naltrexone on quality of life of patients with multiple sclerosis: a randomized placebo-controlled trial; Multiple Sclerosis, August 2010 16: 964-969

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI