MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Sclerosi multipla: c'è una correlazione fra depressione, disabilità , disturbi cognitivi e astenia?

Notizia

PUBBLICATO

Sclerosi multipla: c'è una correlazione fra depressione, disabilità , disturbi cognitivi e astenia?

Uno studio condotto da un gruppo di ricercatori italiani ha analizzato, in alcuni pazienti con sclerosi multipla, la frequenza di sintomi della depressione e la possibile correlazione fra questi ultimi e disturbi della funzione cognitiva, astenia (sensazione di stanchezza eccessiva) e disabilità .

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

La sclerosi multipla è una malattia cronica del sistema nervoso centrale, che in certi casi può comportare disabilità  e un declino di alcune delle funzioni cognitive, causando alterazioni di memoria, concentrazione, attenzione, percezione degli stimoli. Anche la depressione e l'astenia sono sintomi frequenti nella sclerosi multipla e possono influire negativamente sulla qualità  di vita dei pazienti.

Lo studio ha riguardato 255 pazienti con sclerosi multipla e 166 controlli sani. Tutti sono stati valutati tramite la Beck Depression Inventory-Fast Screen (Inventario della depressione di Beck- valutazione veloce), un questionario di autovalutazione utilizzato per valutare la depressione nei pazienti con diverse malattie, incluse la sclerosi multipla. Il questionario è diviso in vari gruppi di affermazioni aspetti del tono dell'umore: la persona deve scegliere per ciascun gruppo l'affermazione che meglio descrive lo stato d'animo che ha avuto nelle due settimane precedenti l'esame. Ogni frase è collegata a un punteggio: in base al punteggio complessivo ottenuto, si stabilisce il livello di depressione presente. Gli autori hanno stabilito che tutti i pazienti con punteggio uguale o superiore a quattro dovevano essere sottoposti a ulteriori accertamenti (visita psichiatrica) per la presenza di compromissione neuropsicologica.

I partecipanti allo studio sono stati valutati anche con la scala EDSS (Expanded Disability Status Scale- Scala Espansa dello Stato di Disabilità ), che si usa per valutare le condizioni dei malati in base al grado di capacità  di svolgere le normali attività  quotidiane (come la deambulazione).

Analizzando i risultati, è emerso che i sintomi depressivi erano significativamente più frequenti e severi nei pazienti con sclerosi multipla rispetto ai controlli sani. Inoltre, si è visto che molti pazienti con sclerosi multipla presentavano astenia, che spesso era correlata alla perdita di tre abilità  cognitive: attenzione, capacità  di esecuzione di movimenti e ragionamento e memoria. Infine, il punteggio ottenuto con l'EDSS è risultato l'unico fattore predittivo della depressione (il punteggio di 3,5 è stato considerato il punteggio soglia per i sintomi depressivi).

Gli autori hanno concluso che questo studio fornisce molte informazioni sulla frequenza dei sintomi depressivi, sui fattori che predicono la comparsa della depressione e sulla correlazione tra deficit cognitivi, astenia, depressione e disabilità  nelle persone con sclerosi multipla. Tuttavia, sono necessari studi condotti su casistiche più ampie per ottenere conferme a queste correlazioni.

Redazione Fondazione Cesare Serono

Fonte: Depression, disability and cognitive impairment in multiple sclerosis: a cross sectional Italian study; Neurological Sciences, 2011 May 19

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI