MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Problemi sessuali e qualità della vita nei maschi con sclerosi multipla

Notizia

PUBBLICATO

Problemi sessuali e qualità della vita nei maschi con sclerosi multipla

Uno studio ha valutato i problemi della funzione erettile e la qualità della vita correlata alla funzione sessuale in una casistica di soggetti affetti da sclerosi multipla. Si è rilevato che i problemi relativi alla vita sessuale sono molto frequenti, ma poco considerati, e dipendono da vari fattori.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Sono noti i problemi che la sclerosi multipla può creare a carico della vita sessuale delle persone che ne sono affette, sia di sesso maschile, che femminile, ma la dimensione del problema non è abbastanza esplorata. Sessantasette maschi con sclerosi multipla sono stati sottoposti a valutazione neurologica ed è stato loro richiesto di compilare questionari che avevano l’obiettivo di valutare la funzione erettile e la qualità della vita correlata all’attività sessuale.

I disturbi che sono stati segnalati con maggiore frequenza (52.9%) sono quelli riguardanti l’erezione, ma sono stati riferiti spesso anche diminuzione del desiderio sessuale (26.8%) e problemi a raggiungere l’orgasmo (23.1%) e ad avere un’eiaculazione normale (17.9%). Com’era prevedibile, la gravità di questi disturbi ha un’influenza importante sulla qualità della vita correlata all’attività sessuale, in particolare per quanto riguarda la funzione erettile e la soddisfazione sessuale. Da notare che i punteggi. ottenuti dalla compilazione dei questionari che hanno valutato funzione erettile e qualità della vita, non sono stati influenzati né dall’età dei soggetti, né dalla durata della malattia e neanche dal punteggio dell’EDSS. L’EDSS, in inglese Expanded Disability Status Scale, traducibile in Scala Espansa dello Stato di Disabilità, è un sistema numerico per valutare la disabilità dei soggetti con sclerosi multipla, in base alla capacità di svolgere normali attività, come ad esempio camminare. Infine, solo il 6% dei soggetti valutati aveva discusso in passato dei questi problemi con i medici che di riferimento.

Nelle conclusioni gli autori, oltre a sottolineare l’elevata frequenza dei problemi sessuali registrata nella loro ricerca, hanno raccomandato di dedicare maggiore attenzione alla loro diagnosi usando strumenti adeguati.

Tommaso Sacco

Fonte: Sexual Dysfunctions and Sexual Quality of Life in Men with Multiple Sclerosis; The Journal of Sexual Medicine, 2014 Feb 24.

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI