Quali sono i passi successivi alla conferma di una diagnosi di sclerosi multipla?

Intervista |
Scritto da:
Fondazione Serono
Quali sono i passi successivi alla conferma di una diagnosi di sclerosi multipla?

Un sintomo, registrato con cura e valutato adeguatamente dal medico, fa ipotizzare la presenza della sclerosi multipla: cosa fare? Nella seconda parte della video-intervista, Alessandra Lugaresi, neurologa e Professoressa Associata del Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie dell’Università “Alma Mater” di Bologna, indica le priorità nella gestione di una situazione di questo tipo. Primo: non banalizzare l’evidenza e fare una risonanza magnetica. E se l’esame conferma che si è trattato di una prima manifestazione clinica della sclerosi multipla alla quale è seguita una remissione del quadro? Su questo punto il messaggio è chiaro: meglio un controllo in più, che uno in meno, e più tempestiva è la cura, più è efficace.

Potrebbe interessarti anche…

 

Redazione Fondazione Cesare Serono

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.