MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Nuova sezione dedicata alla sicurezza dei farmaci impiegati nella sclerosi multipla sul sito della Fondazione Cesare Serono

Speciale

PUBBLICATO

Nuova sezione dedicata alla sicurezza dei farmaci impiegati nella sclerosi multipla sul sito della Fondazione Cesare Serono

Claudio Gasperini, neurologo del Centro della sclerosi multipla dell’Ospedale Forlanini San Camillo di Roma, ha curato una nuova sezione sulla sicurezza dei farmaci per la cura della sclerosi multipla, pubblicato nel sito della Fondazione Cesare Serono nella sezione Angolo dello Specialista.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Una decina di anni fa le soluzioni disponibili per la cura della sclerosi multipla, i cosiddetti DMD o farmaci modificanti la malattia, erano pochi e, per lo più, ben conosciuti, comprendendo i vari tipi di interferone e il glatiramer acetato, ai quali si era aggiunto da poco il natalizumab. Da allora sono stati introdotti nella pratica clinica numerosi nuovi prodotti con vari gradi di potenza e di efficacia. Medico e malato si trovano quindi a poter scegliere l’approccio più adatto ad ogni singolo caso e, nell’ambito di ciascun caso, alle diverse fasi che può attraversare la malattia. Efficacia e meccanismo d’azione sono caratteristiche da considerare nella scelta, ma altrettanto rilevante è la sicurezza di impiego. Nell’”Angolo dello Specialista”, curato da Claudio Gasperini, gli utenti del sito trovano: informazioni generali riguardanti il percorso di ricerca che serve a costruire le conoscenze sulla sicurezza dei farmaci in generale, una parte che tratta l’argomento della sicurezza di impiego dei prodotti per la sclerosi multipla e schede di approfondimento su ciascuno di essi nelle quali si repertano i principali effetti indesiderati che si possono presentare e le soluzioni per gestirli.

Il malato non può non avere la consapevolezza del bilancio fra il beneficio e il rischio che comporta l’approccio a qualsiasi patologia, perché solo così potrà vivere serenamente il percorso di cura, l’”Angolo dello Specialista” sulla sicurezza dei DMD non si propone di sostituire in alcun modo l’interazione medico/malato, ma, al contrario, vuole essere uno strumento per facilitarla e migliorarla.

 

 

Domande e Risposte

Come si valuta la sicurezza di un farmaco?
Per valutare la sicurezza, sono più importanti gli studi clinici o quelli osservazionali?
Nei malati di sclerosi multipla trattati con DMD in generale, aumenta la frequenza dei tumori?
Quali verifiche vanno eseguite prima di iniziare il trattamento con interferoni?
Quali esami si devono fare prima e durante la terapia con fingolimod?
Che accertamenti si fanno prima di cominciare una cura con teriflunomide e durante la sua assunzione?
Il trattamento con dimetilfumarato richiede particolari verifiche?
Quali esami vanno fatti prima di iniziare la terapia con natalizumab?
Durante la cura con natalizumab, quali accertamenti vanno ripetuti?
Quali verifiche richiede il trattamento con mitoxantrone?

Redazione Fondazione Cesare Serono