MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Meccanismo di sviluppo della astenia nella sclerosi multipla

Notizia

PUBBLICATO

Meccanismo di sviluppo della astenia nella sclerosi multipla

Ricercatori italiani hanno indagato i possibili meccanismi di sviluppo della astenia, uno dei sintomi più penalizzanti per i soggetti con sclerosi mutipla.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

La sensazione di profonda stanchezza percepita dalle persone con sclerosi multipla che in inglese viene indicata col termine "fatigue", al quale corrisponde in italiano astenia, è uno dei sintomi che più penalizzano la qualità  di vita dei malati di sclerosi multipla, anche nelle fasi della malattia nelle quali non si è ancora sviluppata una vera e propria disabilità . Il meccanismo attraverso il quale l'astenia si determina non è chiaro, ma si è ipotizzato che essa dipenda da un'alterata regolazione dei meccanismi che producono la gratificazione psicologica che consegue a determinate azioni. Gli autori dello studio hanno confrontato 104 soggetti con sclerosi multipla e astenia con 70 senza astenia. Mediante specifiche scale di misurazione standardizzate hanno quantificato all'inizio della ricerca comportamenti associabili, appunto, alla gratificazione percepita in relazione a determinate azioni e l'astenia. Le stesse valutazioni sono state ripetute dopo trattamenti farmacologici.

Le conclusioni alle quali sono giunti hanno confermato che un difetto della risposta di gratificazione alle azioni è coinvolto nell'astenia della sclerosi multipla e che il bupropione, un farmaco indicato in forme di depressione maggiore, potrebbe ridurre il sintomo in soggetti accuratamente selezionati. Studi futuri su ampia scala dovranno confermare queste evidenze.

Tommaso Sacco

Fonte: Reward responsiveness and fatigue in multiple sclerosis; Multiple Sclerosis. 2012 Jun 21.

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI