MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Criteri per formulare la diagnosi di sclerosi multipla primariamente progressiva: una nuova proposta

Notizia

PUBBLICATO

Criteri per formulare la diagnosi di sclerosi multipla primariamente progressiva: una nuova proposta

Un gruppo di ricercatori irlandesi ha valutato l'efficacia dei criteri diagnostici finora proposti per la sclerosi multipla Primariamente Progressiva (in inglese Primary Progressive Multiple Sclerosis: PPMS). Essi hanno concluso che un nuovo tipo di criteri può rendere più efficace la diagnosi.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Se per le forme meno gravi di sclerosi multipla i criteri suggeriti dagli esperti per la definizione della diagnosi sono considerati del tutto efficaci, per la PPMS possono risultare poco "sensibili", vale a dire non in grado di individuare sempre la malattia. Gli autori di questo lavoro hanno applicato i diversi criteri di riferimento finora impiegati a tutti i casi di PPMS seguiti nel loro centro fra 1990 e 2011. La sensibilità , e quindi l'efficacia maggiore l'hanno dimostrata i criteri di McDonald pubblicati nel 2010, rispetto a quelli di Thompson e quelli di McDonald del 2001. L'articolo contiene anche la proposta di un criterio alternativo che, combinando evidenze radiologiche, ottenute con la risonanza magnetica, e di laboratorio, potrebbe risultare più sensibile nella diagnosi della PPMS.

Tommaso Sacco

Fonte: A proposed modification to the McDonald 2010 criteria for the diagnosis of primary progressive multiple sclerosis; Multiple Sclerosis, 2012 Nov 6.

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI