MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Contando le formiche, il corto sulla vita di Stefano Pieropan vince il festival Tulipani di seta nera

Notizia

PUBBLICATO

Contando le formiche, il corto sulla vita di Stefano Pieropan vince il festival Tulipani di seta nera

Contando le formiche, il cortometraggio sulla vita di Stefano Pieropan ha vinto il festival Tulipani di Seta Nera, la kermesse voluta da Rai Cinema Channel giunta alla sua decima edizione. Contando le formiche racconta la storia di Stefano Pieropan, per tutti Piter, ex bambino terribile di Schio, oggi un ragazzo come tutti gli altri con la passione per lo sport e la musica, a cui viene diagnosticata la sclerosi multipla.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Nel cortometraggio diretto da Giuliano Cremasco, Piter ha tutti i primi sintomi della sclerosi multipla: affaticamento, formicolio, disturbi alla sensibilità. Dopo la diagnosi e i primi tempi duri, Piper decide di intraprendere un viaggio verso la Basilicata e da questo nasce il suo primo libro A spasso con… la Multipla, diventato poi una pièce teatrale.

Il festival Tulipani di seta nera è dedicato al cinema sociale e prevede una sessione sulla diversità. Questo cortometraggio fa parte del progetto In Viaggio, ispirato al viaggio di Piter, e patrocinato dall’AISM, l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla, dal comune di Schio e dalla Regione Veneto.

Il regista Giuliano Cremasco, concittadino di Piter, ha deciso di raccontare questa storia “perché è una bella storia. Una storia vera, da raccontare. Una storia che ispira al cambiamento. Il viaggio di Piter è un viaggio solitario che nasce dalla necessità di andarsene lontano e contemporaneamente di entrare dentro di sé”.

 

Inizialmente, il film doveva trattare del viaggio di Stefano in Basilicata e per Cremasco “rappresenta il cambiamento. Un racconto in cui si finisce per identificarsi o trarre ispirazione. L’incontro di culture differenti, uno specchio in cui si riflettono le proprie ombre”. Il regista conclude sottolineando che il viaggio ha cambiato l’attitudine di Piter nei confronti della “stronza”, così come chiama la sclerosi multipla: “Dal suo viaggio in Basilicata, ne torna rinnovato e pronto per ricominciare a vivere”.

Contando le formiche è il progetto finale del sito In Viaggio, sta facendo il giro di vari festival ed è stato più volte premiato. Per il regista è stata l’occasione di raccontare una storia “per il pubblico più ampio possibile” senza alcun tipo di pietismo.

Contando le formiche è basato sul primo libro scritto da Piter, un libro dedicato al suo viaggio in Basilicata, nella scrittura Stefano/ Piter ha trovato la forza di affrontare la stronza: “I primi anni li ho vissuti molto male, avevo smarrito le certezze e le sicurezze che avevo costruito fino ad allora. Ringrazio la scrittura, mi ha permesso di abbattere convinzioni e blocchi, costruiti in quegli anni”.

La scrittura e questo cortometraggio “possono far vedere la vita con occhi nuovi”, come ha sottolineato il regista, “è un lavoro che cerca chi sa guardare oltre e riconoscere quanto possa fare l’arte, il cinema, la musica per muovere e commuovere, ispirare e sensibilizzare”.

Potete guardare Contando le formiche qui

Chiara Laganà