MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Che impatto ha una diagnosi di sclerosi multipla sul tono dell'umore e sulla qualità  della vita?

Notizia

PUBBLICATO

Che impatto ha una diagnosi di sclerosi multipla sul tono dell'umore e sulla qualità  della vita?

Un gruppo di neurologi italiani ha valutato come la comunicazione della diagnosi di sclerosi multipla o di Sindrome Clinicamente Isolata (Clinically Isolated Syndrome: CIS), la sua forma più precoce, modifichi il tono dell'umore e la qualità  della vita. Gli sperimentatori hanno preso spunto dal recente aggiornamento dei criteri diagnostici di McDonald, che da tempo rappresentano il riferimento più accreditato per diagnosticare la sclerosi multipla. Sono stati selezionati individui che si rivolgevano ad un centro dedicato alla cura della sclerosi multipla e che avevano presentato sintomi caratteristici della malattia nei sei mesi precedenti. Sono state valutate: la qualità  della vita, mediante due scale di misurazione dedicate, l'ansia e la depressione, anch'esse con un questionario specifico, al momento della comunicazione della diagnosi. Le stesse misurazioni sono state eseguite dopo 30 giorni, un anno e due anni, per seguire l'evoluzione del tempo. In tutto sono stati reclutati 225 soggetti, ma solo 93 non erano a conoscenza della diagnosi, gli altri sono stati esclusi dall'analisi principale e sono stati considerati come gruppo di controllo.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

La prima diagnosi è stata di sclerosi multipla in 18 casi su 93 e di CIS in 62. Gli altri 12 individui hanno ricevuto diagnosi differenti. Rispetto ai livelli osservati al momento della comunicazione della diagnosi, dopo trenta giorni erano significativamente migliorati sia la qualità  della vita, che il tono dell'umore. Tale miglioramento si è mantenuto costante per i due anni successivi. Analizzando più in dettaglio i punteggi ottenuti con alcune delle scale impiegate, gli autori hanno anche rilevato che, nel breve termine, la diagnosi di CIS e quella di sclerosi multipla hanno avuto effetti diversi sia sulla qualità  della vita che su ansia e depressione. Infatti, il miglioramento è stato statisticamente significativo solo nel gruppo al quale era stata comunicata la diagnosi di sclerosi multipla.

Ulteriori valutazioni dovranno chiarire le dinamiche che si sviluppano in un momento così difficile per le persone nelle quali vengono diagnosticate CIS o sclerosi multipla, ma è ancora più importante che da questi studi si traggano suggerimenti per fornire loro un adeguato supporto.

Tommaso Sacco

Fonte: Effect of the disclosure of MS diagnosis on anxiety, mood and quality of life of patients: a prospective study; International Journal of Clinical Practice; 2012 May;66(5):504-514.

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI