MENU SEZIONE

Farmaci di seconda linea

Natalizumab

Il natalizumab è un anticorpo monoclonale in grado di legare l’integrina alfa-4. Questa è una molecola di adesione, vale a dire una struttura che permette ad alcuni tipi di globuli bianchi di attaccarsi alla parete dei vasi sanguigni. Tale legame è il primo di una serie di meccanismi che portano al trasferimento nel sistema nervoso centrale di cellule che promuovono l’infiammazione, danneggiando i tessuti. Il natalizumab è definito immunosoppressore in quanto, più che modulare le funzioni del sistema immunitario, tende a sopprimerne l’attività.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Per approfondimenti sul prodotto, si rimanda alla sua scheda tecnica.

Gestione della sicurezza dei farmaci: Natalizumab

Fingolimod

E' stato il primo DMD indicato nella sclerosi multipla che si somministra per bocca. Il meccanismo d’azione di questo farmaco consiste nel bloccare i linfociti all’interno dei linfonodi e quindi riducendo le possibilità che essi dal circolo sanguigno passino nel sistema nervoso centrale (SNC), provocando infiammazione e danni. Sulla base di evidenze sperimentali, raccolte prevalentemente in modelli animali, è stato ipotizzato anche un effetto di protezione e riparazione del sistema nervoso centrale. Negli studi clinici eseguiti si sono rilevati buoni livelli di efficacia e di tollerabilità.

Per approfondimenti sul prodotto, si rimanda alla sua scheda tecnica.

Gestione della sicurezza dei farmaci: Fingolimod

Alemtuzumab

Anticorpo monoclonale che elimina alcuni tipi di linfociti T e B, sopprimendo l’attività del sistema immunitario. Ricerche su modelli animali hanno evidenziato che la molecola avrebbe anche effetti di protezione del tessuto nervoso. Per approfondimenti sul prodotto, si rimanda alla sua scheda tecnica.

Gestione della sicurezza dei farmaci: Alemtuzumab

Mitoxantrone

È indicato nelle forme progressive di sclerosi multipla in fase attiva, ma il suo impiego è stato proposto anche nelle forme più aggressive di sclerosi multipla recidivante remittente. Il mitoxantrone è un potente immunosoppressore. Per approfondimenti sul prodotto, si rimanda alla sua scheda tecnica.

Gestione della sicurezza dei farmaci: Mitoxantrone

Ciclofosfamide

È un farmaco ad effetto citostatico, cioè che riduce la riproduzione delle cellule. È usato da tempo in varie forme di neoplasia e, in seguito, è stato impiegato nelle forme più attive di sclerosi multipla e in quelle progressive. Per approfondimenti sul prodotto, si rimanda alla sua scheda tecnica.

Gestione della sicurezza dei farmaci: Ciclofosfamide

Azatioprina

Farmaco a effetto immunospressore usato nelle forme più attive di sclerosi multipla e in quelle progressive. Per approfondimenti sul prodotto, si rimanda alla sua scheda tecnica.

Gestione della sicurezza dei farmaci: Azatioprina

 

All'interno della sezione Trattamento e Cura della Sclerosi Multipla leggi anche