MENU SEZIONE

Sicurezza dei farmaci per la sclerosi multipla

L’unico farmaco sicuramente privo di effetti collaterali è un farmaco non efficace e forse non è neanche vero questo perché persino in chi assume placebo nelle ricerche cliniche possono comparire effetti indesiderati, eventualmente dovuti all’effetto psicologico provocato dall’assumere qualcosa che si pensa essere un farmaco. D’altra parte, il profilo di rischio che ha ciascun prodotto è uno degli aspetti che un medico deve considerare, e possibilmente spiegare al malato, al momento di scegliere una cura. La conoscenza dei possibili effetti indesiderati, da mettere in bilancio insieme all’efficacia attesa, rappresenta la base della personalizzazione della cura della sclerosi multipla. La condivisione con il malato degli effetti collaterali teoricamente riferibili al prodotto, offre l’ulteriore vantaggio di prepararlo alla loro comparsa, concordando anche eventuali provvedimenti da prendere per minimizzare rischi e disagi.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Sicurezza in generale

Negli ultimi anni il rischio di decesso delle persone con sclerosi multipla si è ridotto in maniera progressiva e questo andamento è stato attribuito alla disponibilità di cure sempre più efficaci. La riduzione della mortalità, in termini generali, è già una dimostrazione del fatto che, complessivamente, i DMDs hanno più effetti positivi che negativi. Va comunque precisato che, tuttora, il rischio di decesso delle persone con sclerosi multipla tende a essere maggiore di quello della popolazione sana. In gran parte (41%), le cause sono riferibili alla malattia stessa. Infezioni ai polmoni (25.4%), tumori (18.5%) e malattie cardiovascolari (13.9%) provocano il decesso in una minore quota di soggetti. A fronte di questi dati, alcuni studi hanno dimostrato che, nei malati di sclerosi multipla, il rischio di sviluppare il cancro è uguale a quello di chi non è affetto dalla malattia, con un’unica eccezione: un aumento del rischio di tumore della mammella nelle donne curate con immunosoppressori. Sempre in generale, quando le attuali cure per la sclerosi multipla sono assunte per lunghi periodi di tempo, possono comparire alcuni effetti indesiderati: infezioni, alterazioni della struttura e della funzione di fegato o del cuore, infiammazioni o vere e proprie malattie autoimmunitarie, tumori e infezioni di particolare gravità come la Leucoencefalopatia Multifocale Progressiva. Quando una persona deve assumere un prodotto a rischio di sviluppare a lungo termine uno di questi effetti, dovrebbe essere avvertita di tale possibilità, ma si dovrebbe anche comunicare il grado di probabilità che essa si verifichi poiché, a volte, si tratta di effetti molti rari. Questi argomenti dovrebbero essere discussi con il malato tenendo conto del suo stato fisico e psicologico e dell’efficienza delle sue funzioni cognitive. Inoltre, sarebbe opportuno informare anche parenti e altri soggetti vicini alla persona con sclerosi multipla e si deve specificare quali sono i controlli e gli esami da eseguire per individuare e gestire precocemente gli effetti collaterali.

Nell’ambito della prevenzione e della gestione degli effetti collaterali dovuti a cure di lungo termine, c’è da considerare la possibilità che una donna in trattamento per la sclerosi multipla ottenga un concepimento e, quindi, porti avanti una gravidanza e successivamente allatti. Questa situazione richiede approcci particolari nella gestione dei trattamenti.

Gestione della sicurezza dei singoli farmaci

Per tutti i prodotti usati nella terapia della sclerosi multipla ci sono delle procedure da seguire, prima dell’inizio della cura e durante la stessa, che hanno lo scopo di prevenire, individuare ed eventualmente gestire effetti non desiderati che dovessero comparire. Tali indicazioni sono sintetizzate nelle pagine che seguono, nei quali si riportano anche i principali effetti indesiderati registrati con ciascun farmaco e citati nella documentazione ufficiale ad esso relativa.

All'interno della sezione Sicurezza dei farmaci impiegati nella Sclerosi Multipla leggi anche

Leggi anche Trattamento e cura della Sclerosi Multipla