Validazione di Linee Guida per la cura chirurgica del cancro dello stomaco

Notizia |
Fact checked
Validazione di Linee Guida per la cura chirurgica del cancro dello stomaco

Specialisti italiani hanno applicato nella loro pratica operatoria le Linee Guida proposte dall’Associazione Giapponese del Cancro dello Stomaco (Japanese Gastric Cancer Association: JGCA), per valutarne l’effetto sulla sopravvivenza. I risultati hanno dimostrato che, seguendo le indicazioni delle Linee Guida della JGCA, si è ottenuto un miglioramento della sopravvivenza.

Potrebbe interessarti anche…

Maspero e colleghi sono partiti dalla considerazione che non esiste un consenso sull’estensione della resezione da eseguire per garantire la sicurezza della gastrectomia con la quale si rimuove l’adenocarcinoma dello stomaco. Per tale motivo gli autori hanno realizzato uno studio che ha avuto l’obiettivo di verificare l’impatto sulla sopravvivenza dell’applicazione delle Linee Guida dell’Associazione Giapponese del Cancro dello Stomaco (Japanese Gastric Cancer Association: JGCA), in termini di ampiezza della resezione e di definizione dei margini della stessa, rispetto all’area dove è localizzata la neoplasia. Sono stati inclusi, nella ricerca retrospettiva, casi con adenocarcinoma dello stomaco, sottoposti a intervento chirurgico presso un unico Centro tra il 2010 e il 2017. L’adeguatezza dei margini di resezione dello stomaco rispetto all’estensione del tumore è stata verificata facendo riferimento alle Linee Guida dell’Associazione Giapponese del Cancro dello Stomaco, a quelle della Rete Globale Nazionale del Cancro (National Comprehensive Cancer Network: NCCN) e a quelle della Società Europea di Oncologia Medica (European Society for Medical Oncology: ESMO). In particolare, è stata valutata la relazione tra la definizione dei margini della resezione, in base alle diverse raccomandazioni, e la sopravvivenza complessiva, usando l’Indice C di Harrell. Si è valutata anche l’indicazione alla gastrectomia totale o distale in base alle diverse Linee Guida. Dei 279 malati inclusi nell’analisi, 220 (79%) erano stati sottoposti a gastrectomia distale. In un totale di 209 casi (75%) erano stati mantenuti dei margini di resezione coerenti con le indicazioni dell’Associazione Giapponese del Cancro dello Stomaco. Con un metodo statistico denominato analisi multivariata, si è dimostrato che l’applicazione di tali indicazioni si è associata, in maniera indipendente, a una maggiore sopravvivenza, insieme ad altri fattori come: classe di tumore definita dalla Società Americana di Anestesiologia (American Society of Anesthesiologist), somministrazione o meno di una chemioterapia neoadiuvante, ampiezza della rimozione dei linfonodi, resezione tipo R0 e classificazione N del caso dopo l’intervento. Un altro tipo di analisi statistica ha evidenziato che, nei casi con margini di resezione coerenti con le Linee Guida dell’Associazione Giapponese del Cancro dello Stomaco, si è ottenuta una migliore sopravvivenza complessiva e una maggiore sopravvivenza libera da recidive, rispetto ai casi in cui la resezione non era stata coerente con quelle raccomandazioni. Rispetto alle 220 resezioni distali dello stomaco, le Linee Guida della JGCA avrebbero raccomandato una resezione totale in 25 casi (11%), quelle della NCCN in 30 (14%) e quelle della ESMO in 90 (41%) (p<0.001).

Nelle conclusioni gli autori hanno sottolineato che l’applicazione delle indicazioni della JGCA riguardo ai margini della resezione dello stomaco per adenocarcinoma gastrico ha migliorato la sopravvivenza.                     

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.