Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

I tumori del rene

Parere degli esperti |time pubblicato il
I tumori del rene

Gli articoli della sezione "Il parere degli esperti" riguardano alcuni fra gli argomenti più importanti e dibattuti delle rispettive aree cliniche. Dato il livello di approfondimento raggiunto, i testi possono contenere termini e concetti molto complessi. L’utilizzo del glossario potrà essere di aiuto nella comprensione di questi articoli e altri contenuti del sito, più divulgativi, contribuiranno a chiarire gli argomenti trattati.


Il carcinoma renale è tra i 10 tumori più comuni in Italia. Nel 2018, in Italia, i nuovi casi di tumori del rene e delle vie urinarie sono stati circa 13.400 e tale neoplasia è stata la nona come frequenza. Il rischio di sviluppare il cancro del rene aumenta con l'età e l’età media alla diagnosi è di 64 anni.

Potrebbe interessarti anche…

I reni

Ogni soggetto nasce con due reni. Questi hanno la forma di un fagiolo grande come un pugno; si trovano nella cavità addominale in corrispondenza dell’ombelico, uno sul lato destro della colonna vertebrale, l'altro sulla sinistra. I reni hanno il compito di filtrare l’acqua, il sale e le scorie dal sangue, trasformandoli in urina. Producono anche ormoni che aiutano a controllare la pressione sanguigna e inoltre regolano la produzione dei globuli rossi. Il corpo funziona bene anche con un solo rene, ecco perché una persona sana può scegliere di donare un rene.

Diagnosi del cancro del rene

I sintomi che possono indurre un soggetto a sospettare una neoplasia renale sono:

  • sangue nelle urine
  • dolore o pressione ai lombi
  • gonfiore alle caviglie e alle gambe
  • ipertensione arteriosa
  • basso numero di globuli rossi (anemia)
  • elevato numero di globuli rossi (eritrocitosi)
  • stanchezza
  • perdita di appetito
  • perdita di peso inspiegabile
  • febbre ricorrente
  • rapido allargamento delle vene attorno a un testicolo.

Stadiazione del cancro del rene

Le opzioni terapeutiche per il carcinoma renale si basano in gran parte sullo stadio del tumore: in base alle dimensioni del tumore e alla sua eventuale diffusione a distanza si possono individuare 4 stadi di malattia.

  • Stadio I: il tumore non ha più di 7 centimetri di diametro, è all'interno del rene e non si è diffuso ai linfonodi.
  • Stadio II: il tumore è di 7 centimetri o più grande e all'interno del rene.
  • Stadio III: il tumore si è diffuso al di fuori del rene nei tessuti o nelle vene circostanti, oppure si trova all'interno del rene ma si è diffuso ai linfonodi vicini.
  • Stadio IV: il tumore si è diffuso – o metastatizzato – dal rene agli organi vicini o ad altre parti del corpo, come ossa, fegato o polmoni.

L’età, le dimensioni, lo stadio del tumore e le condizioni cliniche determineranno le opzioni di trattamento.

Tipi di trattamento

Esistono due tipi di trattamento: i trattamenti localizzati e quelli sistemici. La chirurgia e le radiazioni sono trattamenti localizzati: rimuovono o uccidono le cellule tumorali dentro o vicino al rene. I trattamenti sistemici comprendono l'immunoterapia e la terapia mirata con inibitori delle tirosin-chinasi. Inoltre, nelle forme localizzate e di piccole dimensioni è prevista anche una sorveglianza attiva.

Durante il trattamento, è probabile che un paziente abbia molte domande e preoccupazioni sia durante il periodo di cura sia durante i controlli. Più informazioni si hanno sulla diagnosi e sui trattamenti, più facile sarà per tutti gli operatori sanitari rispondere alle domande dei pazienti.

Alfredo Colombo  - Casa di Cura Macchiarella, Palermo

Bibliografia di riferimento

  • AIRTUM Working Group. I tumori in Italia, rapporto 2009: i trend dei tumori negli anni duemila (1998-2005). Epid Prev 2009;33(suppl.1):1-165.
  • AIRTUM Working Group. I tumori in Italia, rapporto 2010: la prevalenza dei tumori in Italia. Epid Prev 2010;34(suppl.2):1-187.
  • Pascual D, Borque A. Epidemiology of Kidney Cancer. Adv Urol 2008;2008:782381.