MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Tumore del colon-retto: gli integratori a base di vitamine e minerali hanno un ruolo nella prevenzione?

Notizia

PUBBLICATO

Tumore del colon-retto: gli integratori a base di vitamine e minerali hanno un ruolo nella prevenzione?

Uno studio condotto su un modello animale, pubblicato sulla rivista Canadian Journal of Physiology and Pharmacology (Giornale Canadese di Fisiologia e Farmacologia), ha valutato l'effetto dell'assunzione di integratori a base di vitamine e minerali nella prevenzione del tumore del colon-retto.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Lo studio è stato condotto su quattro gruppi di topi. Tre di questi gruppi per 15 settimane sono stati sottoposti a iniezioni settimanali di un agente cancerogeno, la dimetilidrazina, in grado di indurre la comparsa del tumore al colon-retto. Oltre all'agente cancerogeno in questi tre gruppi è stato somministrato un integratore contenente varie vitamine e minerali: in un gruppo solo per pochi giorni, in un altro per 15 settimane e in un terzo per 32 settimane. Il quarto gruppo non ha ricevuto né la sostanza cancerogena, né l'integratore ed è servito come riferimento "normale". Gli autori hanno misurato in tutte le cavie i livelli di molecole, come gli idroperossidi, prodotti da una reazione denominata perossidazione lipidica, e di alcuni composti antiossidanti, come l'enzima catalasi, in grado di contrastare l'azione dei radicali liberi. Inoltre, hanno ricercato in tutti gli animali la presenza di lesioni precancerose del colon. La perossidazione lipidica viene attivata nelle cellule dalla presenza di elevate concentrazioni di radicali liberi. I radicali liberi sono molecole che derivano da un "sovraccarico" dell'attività  metabolica delle cellule o da un rimaneggiamento della loro struttura e che, se si accumulano per una carenza dei meccanismi di smaltimento, provocano danni a cellule e tessuti, anche dando luogo a lesioni precancerose e tumori.

Dall'analisi dei risultati è emerso che nei topi esposti all'agente cancerogeno i livelli dei prodotti della perossidazione lipidica erano più elevati e quelli delle sostanze antiossidanti più bassi, rispetto agli animali di controllo. Inoltre, fra gli animali esposti all'agente cancerogeno, quelli che avevano ricevuto l'integratore contenente vitamine e minerali per un periodo più lungo presentavano livelli minori di prodotti della perossidazione lipidica nel sangue e nei tessuti del colon-retto, e concentrazioni più alte di sostanze antiossidanti. Infine, in questi ultimi, l'incidenza di lesioni precancerose del colon era ridotta, rispetto a quella osservata nei topi nei quali erano stati somministrati integratori per pochi giorni.

Gli autori hanno concluso che l'uso di integratori vitaminici e minerali potrebbe avere un effetto preventivo nei confronti del cancro del colon-retto.Queste evidenze confermano anche che componenti dell'alimentazione e supplementi possono aiutare a prevenire le neoplasie.

Redazione Fondazione Cesare Serono

Fonte: Multivitamin and mineral supplementation in 1,2-dimethylhydrazine induced experimental colon carcinogenesis and evaluation of free radical status, antioxidant potential, and incidence of ACF; Canadian Journal of Physiology and Pharmacology, December 2011