MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Tumore al polmone: l'analisi dei livelli di nicotina delle unghie dei piedi predice il rischio?

Notizia

PUBBLICATO

Tumore al polmone: l'analisi dei livelli di nicotina delle unghie dei piedi predice il rischio?

Una ricerca condotta da un gruppo di studiosi statunitensi, pubblicata sulla rivista American Journal of Epidemiology (Giornale Americano di Epidemiologia), ha valutato il legame fra livelli di nicotina presenti nelle unghie dei piedi e rischio di ammalare di tumore al polmone.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Lo studio, iniziato nel 1986, ha coinvolto 51.529 soggetti di sesso maschile. Tutti sono stati invitati a rispondere a un questionario sugli stili di vita seguiti, in particolare sull'abitudine, o meno, di fumare sigarette. A tutti i partecipanti, inoltre, è stato chiesto di tagliare un frammento di unghia del piede, che è stato poi analizzato in un laboratorio specializzato in Nuova Zelanda per misurare la concentrazione di nicotina. Nel 1987, il 65% dei maschi coinvolti nello studio aveva aderito alle richieste, consegnando il frammento di unghia e il questionario compilato. Questi soggetti sono stati seguiti fino al 2000. Durante l'intera durata dello studio, sono stati invitati a riferire ai ricercatori le loro condizioni di salute e ad aggiornare le risposte ai questionari (ogni due anni). Si è scoperto così che 210 uomini si sono ammalati di tumore al polmone tra il 1988 e il 2000. Di questi, l'89,9% era fumatore o ex fumatore.

Per prima cosa, gli studiosi hanno confrontato le analisi delle unghie degli uomini colpiti da tumore al polmone con quelle delle unghie di 630 uomini che non erano stati colpiti dal tumore al polmone. Di questi ultimi, il 54,6% era fumatore o ex fumatore. Hanno così scoperto che la quantità  di nicotina riscontrata nelle unghie dei soggetti con tumore al polmone (fumatori e non) era pari a 0.95 ng/mg (nanogrammo per milligrammo), mentre quella presente nelle unghie dei soggetti sani (sia fumatori sia ex fumatori sia non fumatori) era di 0.25 ng/mg.

In un secondo momento, gli autori hanno considerato i livelli di nicotina presenti nelle unghie dei piedi di tutti i partecipanti allo studio. Dal confronto fra la concentrazione di nicotina nelle unghie dei piedi e le condizioni di salute, è emerso che nei soggetti con i livelli più alti di nicotina nelle unghie, rispetto a quelli con i livelli più bassi, il rischio di ammalare di tumore al polmone era 10,5 volte più elevato. Si è visto, inoltre, che a parità  di sigarette fumate, i fumatori con i livelli maggiori di nicotina nelle unghie avevano una probabilità  di ammalare di tumore al polmone di 3,57 volte maggiore. Quello che resta da chiarire è perché, a parità  di sigarette fumate, i livelli di nicotina nelle unghie erano maggiori in alcuni fumatori: forse perché essi avevano una storia di fumo più lunga alle spalle o perché oltre che fumatori "attivi" erano esposti anche a fumo passivo. Infine, gli autori hanno scoperto che circa il 10% degli uomini con i livelli più elevati di nicotina nelle unghie non avevano mai fumato, quindi, presumibilmente erano stati esposti a fumo passivo (fumo inalato involontariamente dalle persone che vivono a contatto con uno o più fumatori attivi).

Gli autori hanno concluso che, come ormai noto sulla base di molte evidenze epidemiologiche, la storia di fumo è un predittore di rischio di ammalare di cancro al polmone indipendentemente dal livello di nicotina riscontrato nelle unghie dei piedi; allo stesso modo i livelli di nicotina delle unghie dei piedi sono un forte predittore di rischio di ammalare di cancro al polmone soggetto sia per i fumatori "attivi", che per i fumatori "passivi". Secondo gli studiosi, infatti, i livelli di nicotina delle unghie dei piedi sono predittivi del rischio di ammalare di cancro al polmone sia nei fumatori "attivi" sia negli ex fumatori sia nei non fumatori che sono stati esposti a fumo passivo. Questo suggerisce che gli studi pubblicati in precedenza, che hanno valutato il legame fra fumo di sigaretta e rischio di tumore al polmone considerando solo il ruolo del fumo attivo, potrebbero aver sottostimato gli effetti del fumo passivo. I dati andranno confermati da studi condotti su casistiche più ampie.

Fonte: Toenail Nicotine Level as a Novel Biomarker for Lung Cancer Risk; American Journal of Epimiology, (2011) 173 (7): 822-828.

Redazione Fondazione Cesare Serono