Tumore ai polmoni, un audiolibro e un podcast con la voce di Luca Ward

Notizia |
Fact checked
Tumore ai polmoni, un audiolibro e un podcast con la voce di Luca Ward

È una delle voci più note e riconoscibili d’Italia: Luca Ward ha deciso di prestarla a un audiolibro e a un podcast, In famiglia all’improvviso, per informare e rendere protagonisti pazienti e famiglie di persone con il tumore ai polmoni. È il nucleo della campagna promossa da MSD Italia e realizzata con il patrocinio di Salute Donna Onlus, Salute Uomo Onlus e WALCE – Women Against Lung Cancer in Europe Onlus.

Potrebbe interessarti anche…

In Famiglia all’Improvviso parla, attraverso le testimonianze di Paoletta, Daniela, Giuseppe e Stefano, di come la diagnosi di un tumore cambi le vite delle famiglie. La loro voce è il centro dei vissuti dei pazienti ed è anche per questo motivo che la campagna ha deciso di affidarsi a Luca Ward, l’attore e doppiatore dall’inconfondibile timbro. Le storie raccontate sono vere e sono raccolte anche da alcune associazioni di pazienti.

Storie, voci e pazienti sono gli strumenti della “rivoluzione della voce” alla base della campagna In famiglia all’improvviso – Combattiamo insieme il tumore al polmone. Al centro della campagna, come prima accennato, l’impatto di una diagnosi del genere sulla vita quotidiana di alcune persone e famiglie. Una diagnosi di cancro ai polmoni, infatti, tocca il paziente e anche il nucleo familiare e i caregiver. Questo nuovo progetto fonda tutto questo in un innovativo progetto multimediale, partendo dal successo della fiction, In Famiglia all’Improvviso abbraccia oggi i nuovi formati di podcast e diventa un audiolibro.

Con 40.882 nuovi casi ogni anno, il cancro al polmone è la terza neoplasia più frequente in Italia e rappresenta la prima causa di morte fra gli uomini e la terza fra le donne. Negli ultimi anni, l’identificazione di mutazioni geniche ha permesso di individuare le terapie più appropriate grazie; all’immunoterapia si intravedono prospettive fino a pochissimo tempo fa insperate.

Il Covid-19 e l’emergenza sanitaria hanno segnato in modo drammatico lo scenario clinico e politico con ripercussioni sui pazienti oncologici, in particolare quelli con tumore del polmone che risultano essere più fragili di altri a questo virus. Come sottolinea, la professoressa Silvia Novello, presidente Walce e ordinaria di Oncologia Medica all’Università degli Studi di Torino: “Negli ultimi 10 anni, tante sono state le novità e i cambiamenti nel processo diagnostico e nella terapia del tumore del polmone: due i cambiamenti più impattanti, l’introduzione dell’immunoterapia come arma di trattamento e la medicina di precisione come nuova strategia di cura. A questi si sono aggiunti i test molecolari, fondamentali per una corretta definizione terapeutica”.

Per raccontare questa malattia sono stati “chiamati” gli stessi personaggi della fiction: Fernando, Carlo e la sua famiglia. La scrittura e la direzione sono sempre di Christian Marazziti. Luca Ward introduce con la sua voce le diverse situazioni che i protagonisti affrontano. Il nuovo progetto di In Famiglia all’Improvviso ha da subito convinto Ward, come spiega lui stesso: “Mi ha coinvolto subito, soprattutto per la storia che ho avuto l’opportunità di raccontare: le vicende di Carlo e della sua famiglia, sconvolta dalla comparsa di un tumore al polmone,una difficile battaglia da combattere e una realtà estremamente complessa da affrontare”.

Una diagnosi che è un “evento doloroso che ci fa comprendere quanto sia davvero importante unirsi e riscoprire i legami reciproci per combattere insieme questa malattia – prosegue l’attore – La sfida maggiore è stata per me quella di raccontare un tema ostico, mantenendomi sempre al confine tra dramma e commedia per rappresentare questo argomento in tutta la sua complessità, ma al tempo stesso trasmettere tutte le possibili sfumature che caratterizzano i rapporti famigliari”.

La campagna ha come punto di riferimento il sito (www.infamigliaallimprovviso.it) dove si possono ascoltare la web fiction, audiolibro e podcast e si possono leggere informazioni sulla malattia. Le storie sono narrate da Emanuel Caserio, Andrea Dianetti, Paola Iezzi e Margherita Zanatta mentre i contributi informativi hanno le voci di Annamaria Mancuso e Silvia Novello. Per Annamaria Mancuso, presidente di Salute Donna Onlus, questo nuovo modo di fare storytelling si adatta bene al racconto di questa malattia: “In questi ultimi anni, però, le cose sono in parte cambiate, grazie alla ricerca e allo sviluppo di terapie innovative e mirate, con un miglioramento dell’aspettativa e della qualità di vita di questi pazienti. È una narrazione che parte dall’esperienza personale e dalla convivenza con la malattia che coinvolge tutta la famiglia. In famiglia all’improvviso si connota per l’utilizzo di strumenti e linguaggi capaci di diffondere capillarmente i messaggi della campagna: una modalità originale il cui valore aggiunto sta proprio nella capacità di arrivare ai target che la campagna intende raggiungere”.

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.