MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

A quante sigarette di fumo passivo corrisponde l’inquinamento dell’aria prodotto da una strada con molto traffico?

Notizia

PUBBLICATO

A quante sigarette di fumo passivo corrisponde l’inquinamento dell’aria prodotto da una strada con molto traffico?

Un gruppo di ricercatori olandesi ha eseguito uno studio per trovare una corrispondenza fra i danni alla salute creati dall’inquinamento dell’aria e quelli provocati dal fumo passivo di sigaretta. Vivere vicino a una strada molto trafficata equivale al fumo passivo di 10 sigarette al giorno.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Smettere di fumare riduce drasticamente il rischio di sviluppare molte gravi malattie, primo fra tutti il cancro del polmone. Il fumo passivo, cioè respirare il fumo prodotto da altri è anch’esso dannoso, tanto da aver portato all’introduzione di divieti di fumo nei locali pubblici. Purtroppo, però, l’inquinamento dell’aria, e in particolare quello generato dal traffico stradale e autostradale intenso, fanno altrettanti danni, ma comunicare queste informazioni non è facile perché le variabili che lo misurano sono di difficile comprensione per i non addetti ai lavori. Per questo, un gruppo di ricercatori olandesi ha cercato una relazione fra inquinamento “stradale” e danni da fumo passivo. Essi hanno preso in considerazione tre parametri riferiti a fattori inquinanti da traffico e cioè le concentrazioni nell’aria di: particelle di dimensioni inferiori a 2.5 μm, di diossido di azoto e di carbone nero. Hanno valutato i danni che tali agenti inquinanti hanno sulla probabilità di: sviluppare un cancro del polmone, ridurre la funzione polmonare, provocare decesso per malattie cardiovascolari e determinare un basso peso alla nascita. Infine, gli autori hanno stimato quante sigarette di fumo passivo potevano provocare gli stessi danni alla salute.

La conclusione alla quale sono giunti è che, chi vive lungo una strada di grande traffico, rispetto a chi sta in un‘area con aria “pulita”, è come se fosse sottoposto al fumo passivo di 10 sigarette al giorno. Gli autori auspicano che evidenze di questo tipo permettano di comunicare meglio i rischi che la gente corre a causa dell’inquinamento dell’ambiente e spingano a porre in atto interventi che riducano i danni da inquinamento “stradale”.

Tommaso Sacco

Fonte: Air pollution in perspective: Health risks of air pollution expressed in equivalent numbers of passively smoked cigarettes. Environmental Research 2016; 148: 475–483.