MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Nutrizione nei soggetti operati per cancro della testa e del collo

Notizia

PUBBLICATO

Nutrizione nei soggetti operati per cancro della testa e del collo

Un gruppo di ricercatori spagnoli ha valutato l’efficacia dell’integrazione della normale alimentazione con acidi grassi del tipo omega-3 e con l’aminoacido arginina, nel migliorare variabili relative alla nutrizione.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Le neoplasie di testa e collo si sviluppano nei tessuti o negli organi dell’area della testa e del collo e, in particolare, nelle cavità di bocca e naso, nelle orecchie, nella faringe e nella laringe. La maggior parte delle lesioni è costituita da cellule di forma appiattita, simili a squame, e per questo vengono denominate “squamose”. Questi tumori sono chiamati anche tumori a cellule squamose della testa e del collo (in inglese, Head and Neck Squamous Cell Carcinoma: HNSCC). Le persone con tumori della testa e del collo sottoposte a intervento chirurgico vanno incontro con elevata frequenza a complicanze e a problemi riguardanti la nutrizione. Per questo, de Luis e colleghi hanno valutato, in soggetti con tumori della testa e del collo, già sottoposti ad intervento chirurgico e che avevano evidenziato un calo del peso, l’efficacia di un programma di nutrizione dedicato. In occasione delle dimissioni dal ricovero relativo all’intervento chirurgico, a 37 soggetti è stata prescritta l’assunzione di due flaconi (gruppo I) o tre flaconi (gruppo II) al giorno di un integratore nutrizionale contenente omega-3 ed arginina. Il tutto per una durata complessiva di 12 settimane. La concentrazione nel sangue di proteine, come albumina e transferrina, e dei linfociti, cellule del sistema immunitario, è migliorata in ambedue i gruppi. Peso e composizione corporea (rapporto fra massa grassa e massa magra), invece, sono migliorati solo nel gruppo che ha assunto tre flaconi al giorno. Ambedue le dosi di integratore sono state ben tollerate e non si sono osservate differenze fra i due gruppi circa la comparsa di complicanze successive all’intervento chirurgico.

Gli autori dello studio hanno concluso sottolineando i vantaggi di un’integrazione della dieta con omega-3 e arginina in persone con tumori della testa e del collo già sottoposte ad intervento chirurgico. Ulteriori studi dovranno confermare queste evidenze.

Tommaso Sacco

Fonte: A randomized clinical trial with two doses of a omega 3 fatty acids oral and arginine enhanced formula in clinical and biochemical parameters of head and neck cancer ambulatory patients; European Review for Medical and Pharmacological Sciences, 2013 Apr;17(8):1090-4.